The news is by your side.

Provincia: Strade, piano da 60 milioni

8

Volente o nolente è l’uomo politico del momento. Vuoi per l’Authority Alimentare che dovrebbe, alla fine, premiare gli sforzi di chi l’ha voluta a Foggia, vuoi per i voli dal “Gino Lisa” che dovrebbero riprendere in tempi brevi, vuoi per la viabilità delle strade provinciali per la quale si sta battendo strenuamente. La viabilità, infatti, rappresenta un vero e proprio neo dei programmi dell’Amministrazione Stallone. Vero presidente?
«A proposito della viabilità – esordisce Stallone – devo dirvi che siamo riusciti ad avere finanziamenti per circa 60 milioni di euro che investiremo a breve. Qualcuno ha finalmente capito che anche la Provincia di Foggia va tenuta in considerazione. Non è possibile allargare fino a quattro corsie la superstrada per Santa Maria di Leuca e trascurare il Gargano. Foggia e la sua provincia devono contare di più ed è a questo risultato che ho sempre mirato e continuerò ad inseguirlo nell’interesse della collettività. Io sono un personaggio “scomodo”, lo sono sempre stato e continuerò ad esserlo. Qualunque sia la decisione che verrà presa per una mia eventuale riproposizione».
Ma perché non ci aggiorna un po’ sullo stato della vicenda-voli?
«Non posso che darvi buone nuove dopo quelle che già avete appreso dall’assessore regionale Loizzo. Ho convocato tutte le parti per lunedì prossimo, organizzando in Provincia una riunione congiunta tra Comune, Provincia, Regione, Enac, Seap, Italy Airlines, Promodaunia e Vigili del Fuoco. Spero che sia la riunione definitiva, al termine della quale verrà fuori anche la data dell’inizio dei voli che, però, posso anticiparvi non si discosterà molto dal 3-4 dicembre. Quello che mi preoccupa un po’ è l’assegnazione degli slot a Malpensa. Li avevamo avuti, come è noto, ma ora sono in dubbio per motivi politico-organizzativi». Che finezza questo nuovo termine coniato dalla prudenza di Carmine Stallone. Lascia intendere proprio quello che probabilmente il presidente voleva far capire e cioè che, per far tornare a volare il “Gino Lisa”, sarebbe quanto mai opportuno anche un intervento forte e autorevole della nostra classe politica bipartisan che, invece, appare abbastanza insensibile e, senza dubbio, purtroppo, poco efficace ed affatto autorevole.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright