The news is by your side.

Roma: presentato il piano per rilanciare il Gargano

4

Alla conferenza stampa presenti anche Nichi Vendola e Renzo Arbore.

– Conclusa la conferenza stampa di presentazione del piano di marketing turistico della comunità montana del Gargano. All’appuntamento, ospitato dalla sede romana della Regione Puglia e moderato da Alessandra Canale, hanno preso parte Nicola Pinto, presidente della comunità montana, Nichi Vendola, presidente della regione, Renzo Arbore in qualità di testimonial della campagna e Stefano Dall’Aglio, leader del progetto. E’ toccato proprio a quest’ultimo il compito di illustrare il piano di marketing che, come spiegato anche da Pinto, sarà inserito nell’ambito del piano strategico della provincia di Foggia. Il lavoro dell’equipe che ha redatto la strategia di rilancio del Gargano si è diviso in tre fasi, l’analisi della situazione attuale del turismo garganico, la creazione vera e propria della strategia ed i progetti di sviluppo futuri. Il quadro che viene dipinto mostra un territorio con grandi potenzialità di sviluppo dal punto di vista turistico, ma ancora ostacolato da vecchi e nuovi problemi. Tra questi si presenta il punto dolente dell’accessibilità del nord della Puglia (ora più che mai attuale dato il difficile futuro dell’aereoporto di Foggia) che sta portando al restringimento del bacino di richiesta del turismo e ad una presenza di stranieri sempre più limitata. Nel rapporto qualità-prezzo (soprattutto per quanto concerne il settore alberghiero) è stato individuato l’altro punto da migliorare per acquistare competitività. Così come da sviluppare sarà l’immagine e l’identità del Gargano a livello nazionale ed internazionale con campagne pubblicitarie mirate ed un migliore utilizzo dei media. Per Dall’Aglio "bisognerebbe pensare il territorio del Gargano come una grande impresa" ed agire per svilupparla. Proprio nella filosofia della "gestione d’impresa" si ritrova l’ipotesi di una "Gargano Card" che punti a fidelizzare i turisti, o la creazione di un villaggio ecologico e di altre iniziative che mirino alla destagionalizzazione del flusso turistico.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright