The news is by your side.

Scuola e immigrazione in Capitanata: sì all’integrazione no alla ghettizzazione

44

La presenza di bambini stranieri nelle classi delle scuole elementari rischia di compromettere ingiustamente il regolare percorso dei bambini italiani.

Ci vogliono maggiori insegnanti di sostegno. È ingiusto che i bambini italiani ( specie quelli che non possono permettersi di fuggire nelle scuole private ) vengano svantaggiati. I Comuni, la Provincia e la Regione devono garantire la parità di apprendimento. Perciò i Sindaci, Stallone e Vendola si devono impegnare a risolvere il problema, altrimenti si rischia di avere delle scuole o delle classi ghetto. Riteniamo che ai bambini stranieri ( che rappresentano mediamente oltre il 5% della popolazione scolastica ) deve essere garantito un efficiente apprendimento della lingua italiana, punto cardine sul quale si deve basare una seria politica dell’ integrazione perché essi crescano come “nuovi italiani” e possano entrare a pieno titolo nella società che li ospita. Allo stesso tempo, la scuola deve avere il compito anche di promuovere la consapevolezza della cittadinanza italiana, ed è perciò che riteniamo opportuno distribuire per ogni studente delle scuole di Capitanata una bandiera tricolore e una copia della Costituzione italiana scritta in italiano per i bambini italiani e in multilingua ( quelle delle comunità straniere più diffuse in Capitanata ) per i bambini stranieri. La traduzione a fronte, contenete i principi su cui si fonda la Repubblica, rappresenterebbe un piccolo passo per dimostrare la volontà delle Istituzioni di integrare pienamente chi viene a vivere in Italia nel rispetto di quei principi e valori, nel rispetto della legalità ( anche quella concernente il mondo del lavoro… ), nel rispetto culturale e religioso.

 

Il Presidente Circolo Azione Giovani

Pinuccio Tatarella – Vieste –

                                                           Gaetano Zaffarano

 

I Responsabili locali di Azione Studentesca

Alessandro Ciuffreda e Valentino Munno. 

 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright