The news is by your side.

E sono 10 vittorie esterne su 15 partite dell’Atletico Vieste è record!

6

L’Atletico Vieste stabilisce un altro record: le vittorie esterne, ben 10 in 15 partite, la Viestese invece con 8 sconfitte subite sul proprio campo ha confermato tutti i suoi limiti che l’hanno portata a disputare un campionato molto al di sotto delle reali aspettative.

Il derby sul piano del gioco però non ha confermato questi numeri, la Viestese per lunghi tratti della gara ha giocato meglio della capolista ed ha cercato il gol con più insistenza concludendo poco a rete, poi gli è mancato il “fiato” e si spenta come una candela nel momento di maggior luce.

Al 5′ l’Atletico Vieste ha sfiorato il gol con il giovane Matteo Patrone bravo a concludere una bella azione di contropiede, il suo tiro è stato deviato in angolo all’ultimo momento.

La Viestese ha manovrato di più con un ritrovato Giuseppe Desimio che ha intercettato numerosi palloni, in attacco Rocco Vecera e Iacovone hanno “minacciato” la difesa viestana con le loro incursioni ma Fiorenzo Piracci ha giganteggiato nelle chiusure.

Nel finale di tempo dalla lunga distanza Michele Vecera con un calcio di punizione ha colpito l’incrocio dei pali con il portiere Bua praticamente fermo.

Nella ripresa la Viestese ha aumentato il ritmo e sembra poterla spuntare, complice un Vieste davvero evanescente sulle fasce laterali dove evidente era l’assenza dei difensori laterali.

Al 69′ Michele Mimmo poneva rimedio mandando in campo Melchionda, Massimo Olivieri non disponeva della contromossa e la gara cambiava improvvisamente, l’Atletico Vieste diventava incontenibile con Melchionda scatenato e Rocco Augelli devastante.

Al 75′ arrivava inesorabile il vantaggio per la capolista, Melchionda riceveva il pallone sulla fascia laterale sinista, prontamente penetrava in area e pennellava un invitante pallone per Rocco Augelli, bastava una finta all’attaccante viestano per aprire il varco giusto per indirizzare il pallone nell’angolo giusto e segnare un gol pieno di intelligenza.

La Viestese spariva dal campo completamente l’Atletico si adeguava gradualmente ed il derby si concludeva con la imprevista vittoria della capolista, la Viestese dovrà risolvere i problemi fisici di molti giocatori e spera di recuperare Teodoro Vlassis l’unico ad illuminare il gioco offensivo della squadra, a Massimo Olivieri l’incrato compito di salvare la squadra.

 

 

VIESTESE: Prencipe, Blenx, Totaro, Iaconeta, De Pascalis, Vespa, Iacovone, Desimio (dal 77′ Iannone), Vecera R., Borgia (dal 89′ Graziano), Vecera M. (dal 80′ Palmieri).All: Olivieri

ATLETICO VIESTE: Bua (dal 87′ Devita), Tommasetti, Sollitto, De Giovanni, Piracci, Cariglia (dal 85′ Fabrizio), Augelli R., Ducange, Patrone (dal 69′ Melchionda), Azzarone, Silvestri. A disposizione: Campaniello, Ceschini, Laprocina, Scarano. All: Mimmo

ARBITRO: Savino di Foggia

RETE: al 75 Augelli Rocco

 

                                                    Michele Mascia


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright