The news is by your side.

Marchio Emas per il Parco

7

Buone nuove per il Parco Nazionale del Gargano. A Roma, nella seduta del 21 marzo scorso il Comitato nazionale per l’Ecolabel e l’Eco-audit – sez. Emas, ha approvato l’iscrizione dell’Ente Parco nel registro comunitario Emas al numero IT – 000617. Pertanto il progetto LIFE Ambiente “Emas Gargano”, attivato e finalizzato all’adozione di un sistema di gestione ambientale da parte dell’Ente Parco Nazionale del Gargano, è giunto così, dopo tre anni, alla sua attesa conclusione. “Cioè formalmente concluso e quindi rendicontabile” ha detto Antonio Nicoletti responsabile nazionale Aree Protette e Territorio di Legambiente.  Tradotto in soldoni, significa che per il Parco del Gargano, l’idea di sviluppo locale attraverso la Registrazione Emas Sostenibilità Ambientale e governo del territorio, non rappresenta solo un riconoscimento, ma va oltre, in quanto all’area protetta è consentito di fare l’ingresso nella ristretta cerchia dei Parchi definiti laboratori di sviluppo economico-turistico equilibrato e sostenibile, votati al mantenimento se non all’aumento dei propri coefficienti di protezione ambientale per la salvaguardia del territorio. Inoltre va aggiunto, particolare non trascurabile, che essere un Parco Emas equivale ad essere area protetta destinataria di fondi comunitari proprio in virtù dell’osservanza di alcuni impegni, in primis la pratica di politiche virtuose a favore delle risorse ambientali. Le quali altro non sono che una solida polizza di assicurazione per il futuro e la conservazione dell’eco-sistema del promontorio. Ma cos’è in sintesi Emas? E’ un sistema volontario, regolamentato a livello comunitario, mirante alla razionalizzazione delle capacità gestionali in tema di ambiente per le organizzazioni che vi aderiscono, siano esse pubbliche che private, basandosi non solo sul rispetto di quanto previsto dalle norme ambientali, ma soprattutto sul miglioramento continuo delle proprie prestazioni ambientali. E’ dunque un impegno in più, che tutti gli attori del territorio assumono, di fronte alla comunità europea. Impegno che non finisce con la registrazione europea, ma che richiede un continuo miglioramento nel tempo, della capacità di orientare le proprie azioni verso lo sviluppo sostenibile pieno e duraturo, il quale trova nel dialogo, nella partecipazione e nella condivisione di tutti i soggetti del territorio, la chiave giusta per risultare vincente. Conseguire la certificazione EMAS costituisce un vanto per l’Ente, poiché tale marchio rafforza la riconoscibilità a livello internazionale delle valenze ambientali del Gargano. “Si tratta” ha spiegato il Presidente Gatta “di un processo di certificazione utile non solo per comunicare la qualità del territorio, ma anche per mettere in atto strategie di gestione ambientale. Una corretta gestione ambientale significa anche efficienza dei servizi. I territori che sono oggetto di queste certificazioni possono godere di vantaggi notevoli anche nell’assegnazione di fondi comunitari. Essere il secondo Parco in Italia ad ottenere la certificazione Emas è motivo di vanto per noi. Profonderemo ogni sforzo per essere all’altezza”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright