The news is by your side.

Anche Foggia partecipa alla mobilitazione contro l’AIDS

3

I bambini sono il volto invisibile dell'AIDS. E' questo il messaggio principale della campagna 'Uniti per i bambini, Uniti contro l'AIDS', che vede lottare insieme 12 associazioni a livello nazionale ed internazionale, la cui prima iniziativa congiunta è prevista, nei giorni 14 e 15 aprile, con un week-end di mobilitazione nazionale per informare e sensibilizzare l'opinione pubblica italiana sull'impatto particolare che l'HIV/AIDS sta avendo sulla vita di milioni di bambini. Le associazioni che prenderanno parte alla campagna a Foggia sono il gruppo Amnesty , la Caritas, la Croce Rossa, il Comitato Unicef e la Lega Tumori, che saranno presenti dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 21 nel centro commerciale Mongolfiera, nell'isola pedonale di Corso Garibaldi, nei pressi di piazza Cattedrale e piazza Cavour. Il 14 e 15 aprile inizierà una raccolta firme, che si concluderà a fine maggio, per chiedere alla comunità nazionale e internazionale il rispetto degli impegni presi in materia di HIV/AIDS con un attenzione particolare a quelli relativi all'infanzia. "Amnesty ha orientato la sua lotta contro l'HIV/AIDS ad un approccio olistico sui diritti umani, affinché rispetto, protezione e realizzazione di tali diritti possano garantire a bambini, donne e uomini la possibilità di beneficiare di  programmi di trattamento, cura, sostegno e prevenzione", ha spiegato Agnese Berardini, resposabile del gruppo Amnesty Foggia. "Nel mondo – continua – sono 15 milioni i bambini resi orfani di uno o entrambi i genitori per colpa dell'AIDS. Questa situazione è già di per sé una negazione dei diritti alla protezione e alla cura. A ciò si aggiunge la mortalità elevatissima dei minori: ogni minuto, un bambino muore per cause collegate all'HIV/AIDS e il preoccupante dato dei 6.000 ragazzi tra i 15 e 17 anni che ogni giorno contraggono il virus. Lo strumento della petizione popolare è utilissimo per chiedere al nostro governo un impegno forte su quattro azioni concrete".