The news is by your side.

OndaRadio e i Garganici nel mondo

8

Si apre da Chicago la prima finestra dedicata ai garganici nel mondo. OndaRadio fedele al suo: “La Radio che serve al Gargano e ai garganici” inizia la collaborazione con i nostri connazionali sparsi nel mondo. Chiunque volesse contattarci può farlo. A breve ci sarà un link che guiderà meglio i contatti con i nostri connazionali sparsi nel mondo. Da Chicago Francesco Arena ci ha scritto.

Con la bella stagione gli italiani di Chicago incominciano a fare festa. L'inverno qui e' duro,la temperatura raggiunge -20-25 gradi per tutto l'inverno.

 Da un paio di anni a questa parte la comunita' italiana sta' uscendo dal letargo.

 A Chicago non esiste come a Ney york,Boston ecc.Little Italy. Negli anni 50 la comunita' italiana fu smembrata dalla citta' di Chicago. Gli Italiani vivevano in un quartiere che si chiama: Taylor Street,erano quasi 100.000 italiani che vivevano nel quartiere. Ma la citta' di Chicago ha deciso di costruire l"universita' di Chicago e la Roosvelt road, la comunita' italiana si opposta,specialmente le donne erano in prima fila a manifestare sono andati anche davanti alla corte suprema, ma il loro ricorso e' stato respinto. Da allora e' iniziata la diaspora italiana a Chicago. Da quello che si e' capito, la citta' amministrata dagli irlandesi avevano paura dalla forza e dell'unita' della comunita' italiana. Avevano paura che la comunita' italiana nel futuro conquistase il consiglio comunale della citta. Adesso stiamo cercando di riunirla, di unire le diverse generazioni.

 La svolta e' avvenuta con l'elezione dei senatori e deputati all'estero.  La comunita' italiana e' uscita dal letargo, si e' riunita, tantissima gente si sono incontrati e conosciuti. A Chicago e' stato eletto il senatore Renato Turano per l'unione.

 Un imprenditore Calabrese, con i suoi fratelli possiede il piu grande panificio degli Usa, danno lavoro a 650 persone. Da allora la comunita' italiana sta' uscendo dal letargo. Sono nati spontaneamente decini di gruppo slegati fra di loro.Che si riuniscono per parlare italiano.

 Lunedi ho seguito i lavori di un gruppo di lavoro di cui faccio parte composto da 550 membri. Ho incominciato a fare interviste. E' stata una bella serata. Un membro, padre di Manduria e di madre Indiana (cherokee )ha portato una chitarra e ha cantato una pizzicata salentina. La maggior parte sono americani. Venerdi prossimo una mia amica che ha un circolo italiano che assomiglia a una piazza, ci parlera' del Lazio.

 Sabato avremo la visita di Carlo Petrini presidente dello slow food,

 Intanto nella vecchia comunita' italiana a “Casa Italia” si sta' organizzando un cinema all'aperto. Ospiterà circa 2.000 persone.La differenza fra gli italiani che vivono all'estero e quelli che vivono in Italia e' sostanziale. Gli italiani che vivono in Italia, sono divisi a tribu' e a gruppi.

Qui siamo tutti italiani, per prima cosa viene l'Italia. La nostra identità. Cosi cerchiamo di portare avanti la nostra cultura,ma anche di trasmetterla agli altri. Non a caso e' nato il boom della lingua italiana negli Usa. Tantissimi si stanno iscrivendo ai vari istituti e corsi che si tengono nelle varie universita' per la lingua italiana. Quando arriva l'autunno, gli italiani anche di  2-3 generazione fanno il vino in casa. Tanti a gennaio fanno le “sopressate”.

Gli italiani all'estero sono i piu' grandi promotori del Made Italy. Non a caso la pizza e la pasta sono i prodotti piu diffusi nel mondo.Da giugno fino a settembre  partono le processioni degli italiani a Chicago, cavalcate di cavalli e scontri di angeli nel cielo. Ogni paese dell'Italia ha portato la propria tradizione,specialmente quelli del sud. La comunita' pugliese e' organizzatissima con "I pugliesi nel Mondo",la maggior parte provengono da Mola di bari, Triggiano, Capurso, Conversano ed ecc.

 In Pennysilvania c'e' un paese che si chiama Roseto, fondato dalla gente di Roseto Valfortore, questi 10 anni sono diventati famosi per aver una grande salute e di essere riusciti a conservare la loro idendita'. Vi invierò appena possibile registrazioni audio che potrete trasmettere.

 A Luglio a Milwaukee(Wisconsin) c'e' la grande festa italiana,con la partecipazione di migliaia di nostri connazionali.

 Una cosa che bisogna capire,specialmente a Chicago: la citta' e segregata in un certo senso, gli italiani vivono con gli italiani, i greci con i greci, i polacchi con i polacchi, i cinesi con i cinesi.

 La cosa buona della radio che si puo' ascoltarla tramite internet, se ci organizziamo bene, puo' essere ascoltata da tantissime persone qui a Chicago.

 Qui gli italiani hanno due stazioni radio,ma sono rimasti a 40 anni fa, la musica e' rimasta a Caludio Villa e Domenico Modugno. L'ultima annotazione: la citta' di Chicago e' la citta' del futuro,tantissime cose nascono,Chicago e' un grosso laboratorio culturale, economico e politico.

 E' una bellssima citta', distesa sul lago,niente costuzioni sul lago, solo spiagge, verde, tanto verde e musei.

 

Saluti da Chicago e a presto

 

Francesco


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright