The news is by your side.

Vico: Pronto il bando per i vigili estivi

14

SETTORE 1° – AFFARI GENERALI

Bando di selezione pubblica per titoli e colloquio per l’assunzione a tempo determinato di n. 4 “Agente di Polizia Municipale e locale” cat. “C” – posizione economica “C/1”.

IL DIRIGENTE DEL SETTORE

In esecuzione della deliberazione di G.C. n. 7  del 28.6.2007 e della determinazione gestionale n. 225 del 29.6.2007 – Settore 1°;

RENDE NOTO

E' indetta selezione pubblica, per titoli e colloquio, al fine di formulare una graduatoria di merito da cui attingere n. 4 (quattro) “agente di polizia municipale e locale”, categoria “C” posizione economica “C/1”.

                L’assunzione a tempo determinato sarà limitato a complessivi mesi due – stagione estiva 2007.

I requisiti richiesti per la partecipazione al Concorso  sono i seguenti:

1.        Diploma di Scuola Media secondaria quinquennale di secondo grado;

2.        Cittadinanza italiana oppure cittadinanza di uno degli Stati membri dell'Unione Europea (D.P.C.M. n.174/94);

3.        Età non inferiore agli anni 18;

4.        Idoneità fisica all'impiego, accertata mediante visita medico attitudinale da svolgersi presso la competente A.S.L.;

5.        Godimento dei diritti politici;

6.        Posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva (solo per i concorrenti di sesso maschile). Non sono ammessi al concorso coloro che sono stati espulsi o non ritenuti idonei al servizio militare, dai Corpi militarmente organizzati o destituiti dai pubblici Uffici, che hanno riportato condanne o pene detentive per delitto non colposo o sono stati soggetti a misure di prevenzione, oppure hanno rilasciato la dichiarazione di cui alla legge 15 dicembre 1972, n.772 (obiettori di coscienza).

7.        Immunità da condanne che ai sensi di disposizioni di legge rendano incapaci alla nomina;

8.        Non essere stato destituito o dispensato dall'impiego presso una Pubblica Amministrazione, per persistente insufficiente rendimento, ovvero essere stato dichiarato decaduto da un impiego statale, si sensi dell'art. 127, primo comma, lettera d) del Testo Unico delle disposizioni concernenti lo Statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n.3;

9.        Trovarsi nelle condizioni soggettive previste dalla Legge sull’Ordinamento della Polizia Municipale 7.3.1986, n. 65;

10.     Essere in possesso della patente di abilitazione alla guida di autoveicoli;

    Il titolo di studio e gli altri requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di partecipazione, pena l'esclusione dal concorso e/o l'impedimento alla nomina.

                E’ garantita, ai sensi della Legge 10.4.1991, n. 125 la pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro.

La domanda di partecipazione alla selezione, redatta su carta libera e secondo fac simile in distribuzione presso il Servizio Personale del Comune di Vico del Gargano ed a disposizione, sul sito del Comune: www.comune.vicodelgargano.fg.it, dovrà essere spedita a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento o presentata direttamente all'Ufficio Protocollo Generale del Comune entro e non oltre il 15° giorno dalla pubblicazione del presente bando all’Albo Pretorio di questo Comune;

Non saranno accolte le domande che non recheranno il timbro dell'Ufficio Protocollo dell'Ente, se consegnate direttamente, o dell'Ufficio postale, se spedite tramite posta a.r..

                A tal fine farà fede il timbro dell'Ufficio Postale di partenza, e sempre che la domanda pervenga agli uffici comunali prima dell'inizio delle operazioni concorsuali.

Tutti i candidati saranno ammessi con riserva e con obbligo, per i vincitori, di dimostrare il possesso dei requisiti richiesti.

Tutte le comunicazioni relative alla selezione (ammissione, esclusione, calendario delle prove, luogo di svolgimento delle stesse, ecc.) verranno fatte ai candidati a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento.

                L’Amministrazione non assume responsabilità per la dispersione di comunicazione dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte del candidato oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

Al posto messo a concorso è annesso il trattamento economico previsto dal vigente CCNL per il comparto Regioni-Autonomie Locali.

PROGRAMMA D'ESAME:

COLLOQUIO

Il colloquio vertirà sulle seguenti materie:

1)       Legislazione di Pubblica Sicurezza – nozioni;

2)       Polizia locale, commerciale, annonaria, edilizia, sanitaria e stradale – nozioni;

3)       Diritto costituzionale e penale  – nozioni;

4)       Prove in lingua straniera (inglese ed una lingua a scelta del candidato; livello di conoscenza richiesto – ai sensi dell'art. 37 D.Lgs. n.165/2001: scolastico ottimo, da diploma di scuola media superiore; modalità: lettura e traduzione di un brano);

5)       Prova finalizzata all'accertamento della conoscenza dell'uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche di più comune utilizzo.

I candidati dovranno presentarsi alla prova-colloquio muniti di un valido documento di riconoscimento.

La valutazione dei titoli sarà conforme al disposto del regolamento recante le modalità di assunzione agli impieghi, requisiti di accesso e  procedure, approvato con deliberazione n. 15 della Giunta Comunale del 31.1.2002.

La graduatoria di merito dei candidati è formata secondo l’ordine dei punti della valutazione complessiva riportata da ciascun candidato per titoli e per la prova colloquio.

La graduatoria è approvata con determinazione del Responsabile del Settore 1° – Affari Generali ed è immediatamente efficace e rimarrà aperta per attingere altre unità di Vigile Urbano nel corso dell’anno per eventuali necessità di servizio e sarà valida fino al 31.12.2007, e comunque fino alla formulazione della nuova graduatoria;

La graduatoria dei vincitori della selezione è pubblicata all’albo pretorio del Comune per quindici giorni consecutivi. Dalla data di pubblicazione di detto avviso decorre il termine per le eventuali impugnative.

Il dipendente assunto in servizio a tempo determinato è soggetto ad un periodo di prova di dieci giorni.

Possono essere esonerati dal periodo di prova i dipendenti che lo abbiano già superato nella medesima qualifica e profilo professionale anche presso altra amministrazione pubblica.

Ai fini del compimento del suddetto periodo di prova si tiene conto del solo servizio effettivamente prestato. Il periodo di prova è sospeso in caso di assenza per malattia e negli altri casi espressamente previsti dalla legge e dai regolamenti vigenti ai sensi dell’art. 72 del D. Lgs. 3 febbraio 1993, n. 29, e successive modificazioni ed integrazioni. In caso di infortunio sul lavoro o malattia derivante da causa di servizio, si applica l’art. 22 del CCNL. del comparto del personale delle regioni – Autonomie locali sottoscritto il 16 luglio 1995.

Le assenze riconosciute come causa di sospensione ai sensi del precedente accapo sono soggette allo stesso trattamento economico previsto per i dipendenti non in prova.

In qualunque momento del periodo di prova, ciascuna delle parti può recedere dal rapporto in qualsiasi momento senza obbligo di preavviso né di indennità sostitutiva del preavviso, fatti salvi i casi di sospensione previsti dal precedente accapo. Il recesso opera dal momento della comunicazione alla controparte. Il recesso dell’Amministrazione dev’essere motivato.

Decorso il periodo di prova senza che il rapporto di lavoro sia stato risolto, il dipendente si intende confermato in servizio con il decorrenza dal giorno dell’assunzione a tutti gli effetti.

In caso di recesso, la retribuzione viene corrisposta sino all’ultimo giorno di effettivo servizio, compreso i ratei della tredicesima mensilità ove maturata; spetta altresì al dipendente la retribuzione corrispondente alle giornate di ferie maturate e non godute.

Il periodo di prova non può essere rinnovato o prorogato alla scadenza.

                Alla domanda di partecipazione alla selezione dovranno essere allegati:

a)       il titolo di studio posseduto, in carta semplice, riportante la votazione finale;

b)       il curriculum redatto su carta semplice datato e sottoscritto;

c)       tutti i documenti, in carta semplice, che i candidati ritengono necessari per la valutazione dei titoli posseduti.

Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente bando è fatto rinvio al DPR n. 487/1994 e successive modificazioni, alle norme del vigente Regolamento sull'Ordinamento degli uffici e dei servizi e alle determinazioni che saranno assunte dalla relativa Commissione Esaminatrice.-

                Vico del Gargano lì,  29 giugno 2007             

IL DIRIGENTE DEL SETTORE 1° AFFARI GENERALI

Dott.ssa Angela Campanozzi 

                                                                                                                                  


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright