The news is by your side.

TESSERA SANITARIA AVERE PER L’ASSISTENZA FARMACEUTICA E SPECIALISTICA

33

In questi giorni, nel recarsi in farmacia, ci viene ricordato continuamente di dotarci della tessera sanitaria per potere fruire dell’assistenza farmaceutica o specialistica. 

Già da diverso tempo quattro milioni di cittadini di Puglia stanno ricevendo a casa, in una busta inviata dagli uffici dell’Agenzia delle Entrate, la tessera sanitaria distribuita dal Ministero dell'economia e delle finanze. La tessera sanitaria, al momento, non sostituirà il libretto sanitario mentre sostituirà il vecchio tesserino del codice fiscale e il modello E 111 per l'assistenza sanitaria all'estero. I destinatari della tessera (che è realizzata in pvc e presenta tre caratteri in formato 'braille standard' per permettere ai cittadini non vedenti il riconoscimento e il suo utilizzo) sono tutti i cittadini fruitori del servizio sanitario nazionale e anche gli immigrati con regolare permesso di soggiorno. In una fase successiva la tessera servirà a monitorare la spesa pubblica nel settore sanitario e la spesa per le prestazioni specialistiche e a far sì che non vi siano più prescrizioni non appropriate. Il progetto è attuato a livello nazionale, sulla base di un'azione concertata tra il ministero dell'Economia e delle Finanze, il ministero della Salute ed il ministero per l’Innovazione e le Tecnologie. Per avere maggiori informazioni gli utenti possono contattare il servizio tessera sanitaria al numero verde 800 030 070 e il sito www. sistemats.it. La tessera sanitaria, dunque, è una tessera con banda magnetica che conterrà al momento esclusivamente i dati fiscali ed anagrafici dei cittadini. E' stato svolto precedentemente un lavoro di allineamento dei dati delle anagrafi comunali con quelli dell'anagrafe finanziaria. In prospettiva è previsto l'utilizzo come strumento di monitoraggio di alcune prestazioni, in particolare delle prestazioni farmaceutiche e di quelle specialistiche. La Regione sta predisponendo una serie di modalità di controllo e di valutazione della spesa farmaceutica e specialistica in Puglia. Si sta lavorando alla individuazione di una sorta di politica di budget interesserà tutti i 'prescrittori' e rispetto alla quale si eserciteranno i controlli nei casi di splafonamenti immotivati. Ogni medico di medicina generale avrà un budget che sarà stimato sulla base della spesa media pro-capite e sarà poi monitorato in relazione a possibili sfondamenti per valutare poi la natura dello stesso. A Vieste chi non ha ricevuto la tessera sanitaria può rivolgersi (addetto Michele Mascia) presso gli uffici Asl al locale Poliambulatorio dal lunedì al venerdì (dalle 8,30 alle 12,30) portando il proprio numero di codice fiscale (per chi ne è sprovvisto può recarsi in Municipio all’uffico distaccato dell’Agenzia delle Entrate).

Prima di recarsi all’Asl si raccomanda comunque di verificare bene se non si è già ricevuta la tessera sanitaria a casa e, non valutandone l’utilità in quel momento, sia stata messa da parte.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright