The news is by your side.

Aspettando il completamento della Strada a Scorrimento veloce del Gargano…

10

Correva l’anno 1996 quando furono ‘aperte’ le ultime gallerie in prossimità di Vico del Gargano a seguito, se non ricordo male, di un intervento di autorità del prefetto di Foggia, per superare ancora gli ultimi ostacoli (non sappiamo di quale natura).

Da allora tante parole, incontri,  sotto incontri, super incontri, ma neanche un metro di strada. Tutto fermo. E sono passati ben undici anni. Come tutto fermo è nell’altro versante (Mattinata-Vieste). Chissà quanti altri anni passeranno prima di vedere qualche altro metro di superstrada, nonostante tutti i proclami, attestazioni di impegno, prese di posizioni, petizioni, denunce,…e i tanti incidenti stradali!!!

Tuttavia pare che l’incontro tenuto a Foggia ieri mattina presso la presidenza della provincia abbia portato novità con un nuovo percorso. Sarà la volta buona? Lo speriamo! E le motivazioni di questa speranza sono innumerevoli. Primo fra tutti: l’incolumità di coloro che viaggiano.

Intanto, aspettando che sia portato a completamento questo tratto da Vico del Gargano a Vieste che avrà certamente bisogno di almeno altri dieci-quindici anni di incontri, dibattiti, revisioni del progetto e altre manifestazioni tipiche della nostra bella nazione, non sarebbe il caso di provvedere a qualche piccolo intervento di normale manutenzione dell’attuale strada Peschici-Vieste???? Come: asfaltare qualche tratto diventato un vero e proprio tratturo, pulizia delle cunette, smussamento di qualche angolo veramente pericoloso, tagliare i tanti cespugli che invadono il percorso stradale rendendolo ancora più pericoloso. Fanno tenerezza gli operai dell’ANAS (che raramente si vedono in giro) quando con un sacchetto di bitume, con pazienza veramente certosina otturano i buchi sull’asfalto (peggiorando la situazione), confortati da tanto di cartello segnalatore: “STIAMO LAVORANDO (eufemismo) PER VOI”. Insomma, prima di spendere mi pare 150 milioni di Euro, che poi dovranno necessariamente diventare 600 milioni (si dice: Variazione in corso d’opera, ma il significato è un altro, cioè: fateci mangiare un po’ tutti), non sarebbe il caso, molto più urgente e fattibile, di spendere poche migliaia di euro per rendere più sicura la vita dei viaggiatori? Per la cronaca: proprio ieri mattina intorno a mezzogiorno c’è stato un incidente su una delle curve che da Coppa della Macchia scende verso la Resega: l’auto di un turista si è infilata sotto un camion della spazzatura. L’ennesimo incidente! Per chi non conosce le nostre strade è veramente pericoloso.

Augurando a chi di competenza (nel caso legga questa pagina) un buon lavoro, porgo cordiali saluti.

Lì, 8 luglio 2007                      Angioletto


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright