The news is by your side.

CASE AL MARE, A VIESTE COMPRANO FOGGIANI E CONTERRANEI

11

Secondo i dati dell'Osservatorio immobiliare Tecnocasa relativi al secondo semestre del 2006

Negli ultimi cinque anni richieste provenienti da famiglie del Nord Italia (Lombardia in testa), adesso da professionisti con famiglia della provincia di Foggia

Nel secondo semestre del 2006 le quotazioni degli immobili nelle località di mare sono cresciute del 3,5%. Tra le realtà più dinamiche, secondo lo studio di Tecnocasa, la Puglia, insieme a Calabria, Emilia Romagna e Sicilia. Le richieste su questo tipo di mercato si orientano prevalentemente verso il bilocale, a seguire il trilocale. Determinante per la realizzazione della compravendita la presenza di uno spazio esterno (terrazzo, balconi, giardino) e la vicinanza al mare e ai servizi. Apprezzata anche la presenza del riscaldamento autonomo. Tra le prime dieci località più costose ben otto sono cittadine liguri. In testa alla classifica c’è Alassio dove le tipologie di prestigio arrivano a toccare punte di 15 mila euro al mq, a seguire Capri con top prices di 14 mila euro al mq. Ben posizionate anche Riccione, in particolare su viale Ceccarini, dove si registrano valori medi di 8 mila euro al mq per le tipologie signorili nuove o ristrutturate, che talvolta possono arrivare anche a 12 mila euro al mq. Sul fronte delle locazioni non si riscontrano variazioni particolarmente sensibili anche se è sempre più difficile affittare gli appartamenti per mesi interi durante il periodo estivo. Ormai i turisti preferiscono sempre più vacanze «last minute» e per periodi sempre più ridotti.

In Puglia nel secondo semestre del 2006 le località turistiche hanno messo a segno una crescita delle quotazioni immobiliari del 4,5%. I segnali più interessanti arrivano dalle località del Salento, in particolare da Ostuni e Gallipoli, le cui quotazioni sono salite rispettivamente del 10,4% e del 5,4%. Da non sottovalutare la performance di Fasano che ha registrato un incremento delle quotazioni del 18,2%. In questa località è in crescita l’interesse di acquirenti olandesi ed americani per l’acquisto di case indipendenti o del tipico «trullo». Da segnalare lo sviluppo dell’area compresa tra Fasano e Savelletri, dove negli ultimi anni sono sorti due campi da golf, attualmente sono in corso lavori per la trasformazione di vecchie masserie in alberghi ed in futuro sorgeranno dei nuovi villaggi turistici. Ad Ostuni cercano sia acquirenti dell’Italia del Nord che inglesi. A Gallipoli è in atto la tendenza ad acquistare tipologie situate nel centro storico da destinare ad attività di bed and breakfast.

Ma veniamo a Vieste. Qui il mercato immobiliare registra, invece, una minor presenza di acquirenti del Nord Italia a vantaggio di una clientela locale. Le quotazioni sono rimaste stabili nel secondo semestre del 2006. Mentre in passato il mercato immobiliare era movimentato soprattutto dalle compravendite di seconde case, da alcuni mesi si registra invece una prevalenza di compravendite di prima casa. Inoltre la domanda di casa vacanza, se negli ultimi cinque anni era alimentata da richieste provenienti da famiglie del Nord Italia (Lombardia in testa), adesso vede protagonisti i professionisti con famiglia provenienti dalla provincia di Foggia con una disponibilità di spesa compresa tra 150–200 mila euro. Buona la presenza di turisti tedeschi che utilizzano maggiormente la formula della locazione e che, in caso di acquisto, preferiscono case indipendenti nell’entroterra preferibilmente con vista mare. Le tipologie più richieste sono il bilocale o il trilocale vicino al mare e al porto e la casa d’epoca in centro che deve avere necessariamente la vista sul mare ed il terrazzo. La zona adiacente al mare è caratterizzata dalla presenza di costruzioni risalenti agli anni ’50 è ’60 ma anche ai primi del ‘900. I prezzi per un appartamento ristrutturato con vista porto sono di 1.800-2.000 euro al mq, altrimenti si scende a 1.600-1.800 euro al mq. Nei pressi del lungomare Europa in direzione del porto ci sono bilocali di nuova costruzione a prezzi da 2.200 a 2.500 euro al mq.

La zona del porto è molto apprezzata da chi possiede un’imbarcazione. I lavori di ristrutturazione sono giunti alla fase finale, c’è stato un aumento dei posti barca.

Nel centro storico di Vieste, per soluzioni del XVIII e del XIX secolo, si registrano quotazioni medie di 1.800 euro al mq. Più prestigioso il mercato immobiliare di Rione Ripa, dove un appartamento a picco sul mare raggiunge prezzi tra i 2.500 ed i 2.600 euro al mq.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright