The news is by your side.

Incendi, sfollati “a pagamento”,rimborsi Comune Peschici

63

Alcuni turisti avevano pagato 150 euro a notte in alcuni alberghi viestani che li avevano “ospitati”

Il Comune di Peschici rimborserà gli “sfollati a pagamento”. Durante le evacuazioni dei villaggi di Peschici, nella fase culminante degli incendi di tre giorni fa, i turisti sono stati ospitati in alberghi e centri d’accoglienza di tutto il Gargano. Molti villeggianti avevano denunciato all’agenzia giornalistica Il Grecale che alcuni albergatori di Vieste avrebbero chiesto la somma di 150 euro per trascorrere la notte. Inoltre, degli improvvisati autisti di navette verso gli alberghi avrebbero approfittato della situazione per chiedere 50 euro per il trasporto ai centri di accoglienza. L’amministrazione comunale di Peschici ha fatto sapere che è disponibile a rimborsare la somma pagata, se si presenterà regolare documentazione comprovante il pagamento effettuato. Naturalmente – ci teniamo a precisarlo – questi episodi avvenuti – che riteniamo siano poco consoni all’ospitalità tipica dei garganici e dei viestani in particolare – sono da considerersi casi isolati, poiché nel 99% dei casi i turisti hanno comunicato a Il Grecale di aver ricevuto un’ospitalità ad alto livello e soprattutto completamente gratuita.

Piero Russo


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright