The news is by your side.

A S. Giovanni Rotondo, la Compagnia Teatro dei Limoni in Sganarello di Molière

8

La Pro Loco San Giovanni Rotondo, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale domani 8 agosto 2007, ore 21:30 presenta in Piazza De Mattias (Largo delle Monache) la famosa opera di Milière

Con Sganarello ovvero Il cornuto immaginario, Molière affronta una delle prove più delicate e difficili della sua carriera d’autore. Egli pare giocare con i trucchi più ingenui e i più scoperti marchingegni di quello stupefacente baraccone che è il vecchio Teatro delle Farse. Questa commedia fu rappresentata per la prima volta il 28 maggio 1660. Il favore del pubblico non le mancò fino al 1746, epoca in cui si cominciò a farle degli appunti di carattere morale.

Sganarello è la prima opera molieriana in cui sia studiata (sebbene sotto un aspetto esclusivamente comico) la gelosia; La storia non è altro che una colorata girandola di presunti tradimenti in cui, per uno strano e semplicissimo gioco di coincidenze, si inseguono corna ed equivoci su cui simpaticamente domina la figura irruente e sanguigna, ma anche vigliacca e finto perbenista, di Sganarello.

—————-

Regia  Guglielmo Ferraiola

Musiche W.A.Mozart

Anno produzione  2006

Produzione Teatro Dei Limoni

Tecnica Utilizzata Teatro d’attore

Genere  Commedia dell’arte

Durata 90 minuti

Atti unico

—————-

CAST

In ordine di apparizione

 

Sganarello/ Roberto Galano

Villebrequin/ Pierluigi Bevilacqua

Dorimene/ Tiziana Massimo

Celina/ Maggie Salice

Gorgibus/ Michele Ciuffreda

Carlotta/ Tonia Avellano

Renè/ Leonardo Losavio

Lelio/ Adriano Fiore

————–

Luci: Vania Taronna

Assistente alla regia: Raffaella Pipoli

 

***

La Compagnia Teatro dei Limoni nasce a Foggia nel 2000, da esperienza diverse, ed esordisce con lo spettacolo “Viaggio nei caotici stati d’animo”, la cui prima battuta recita: ”I limoni?”.

In pochi anni, con il lavoro sul territorio, la Compagnia si crea un nome nell’ambito della formazione e nella produzione teatrale e cinematografica.

Nel 2004 collabora con i Solisti Dauni nella produzione dello spettacolo “Cose perdute”, dal 2005 con la Biblioteca Provinciale Magna Capitana, per le edizioni di “Libri a trazione anteriore” e “La notte dei Musei”; nel 2006 con l’Istituto Santa Maria Bambina (ex manicomio) in collaborazione con l’Avo Don Uva, realizzando un cortometraggio frutto di un laboratorio di sei mesi con gli ospiti dell’Istituto. Nel 2005 il Teatro dei Limoni è stato premiato a Roma per le migliori scenografie nell’ambito del Romateatrofestival, unica compagnia del Sud Italia; ha inoltre ricevuto menzioni speciali per le categorie miglior attore, miglior attrice e miglior spettacolo.

Da Settembre 2007, vedrà luce lo spazio teatrale realizzato dalla Compagnia nella propria città, uno spazio che potrà ospitare 70 spettatori e che si candida ad ospitare rassegne, mostre e eventi culturali.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright