The news is by your side.

Acli, turismo sociale nel Gargano

10

Il Centro turistico dell'ente conferma i suoi viaggi nella zona. Per dimostrare che la zona rimane altamente turistica nonostante gli incendi delle scorse settimane.

Il Cta, Centro turistico Acli lancia una campagna nazionale di sostegno all'economia turistica del Gargano duramente colpita dagli incendi della scorsa settimana. Il Presidente nazionale Pino Vitale, in visita sui luoghi colpiti rassicura sulla normale ripresa delle attività e invita i turisti e i soci a confermare la scelta per la bella località pugliese. In particolare, il Cta ha confermato gli arrivi dei propri soci nell'area e lancia una speciale campagna per settembre che coinvolgerà i 100 centri turistici delle Acli presenti in tutto il territorio nazionale. Il Cta orienta forti flussi di turisti verso il Gargano per far godere della bellezza di questo angolo di macchia mediterranea e contribuire a rilanciare una zona straordinaria colpita da una pesante calamità. “Oltre l'intervento pubblico, sempre necessario- afferma Vitale- serve un impegno corale della società civile per rilanciare il turismo della zona e salvaguardare l'occupazione di questo comparto concentrata purtroppo solo nei mesi estivi. Il sistema paese subisce già la concorrenza internazionale sul turismo, è necessario favorire un comune sentire con politiche di sviluppo a partire dalla defiscalizzazione delle vacanze da inserire già nella prossima finanziaria”. Nel frattempo Pino Vitale, lanciando quella che viene definita una vera e propria campagna “Gargano Live”, annuncia che il Cta offrirà a tutti i soci della importante organizzazione del turismo sociale una borsa vacanza con il logo “ Il Cta ama il Gargano”. La borsa oltre che nei normali canali associativi del Cta, sarà distribuita anche in alcuni villaggi turistici di Peschici e Vieste in cui sono presenti gruppi di soci. “Noi come turismo sociale facciamo subito la nostra parte- conclude Pino Vitale- e siamo pronti a collaborare con gli operatori turistici e le istituzioni”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright