The news is by your side.

L’Atletico Vieste è al lavoro ma senza i viestani. Sono previsti nuovi arrivi?

12

Prosegue a  ritmo serrato l’avvicinamento al campionato di promozione per l’Atletico Vieste, il preparatore atletico Franco Cinque è abbastanza soddisfatto del lavoro sin qui svolto, tutti in ritiro i giocatori provenienti da fuori, ospiti del presidente Lorenzo Spina Diana in alcune strutture ricettive vanno a letto presto!

Ma i viestani cosa fanno? Abituati a tutt’altro andazzo, non tutti sono costanti nelle presenze durante gli allenamenti, la squadra si allena sia la mattina che al pomeriggio, molti di loro saltano uno dei due allenamenti.

I più costanti dei viestani Francesco Sollitto e Fiorenzo Piracci, loro hanno iniziato con grande volontà, altri sono addirittura assenti, praticamente non hanno ancora iniziato.

A detta del team manager Matteo Azzarone, clamorosa e discutibile è l’assenza del portiere Pasquale Bua (che nelle ultime ore ha dato la sua disponibilità compatibilmente con i suoi impegni lavorativi) , come pure incomprensibile quella del golden boy Francesco Azzarone: la società non ha esitato un solo istante, è tornata sul mercato ed a giorni verrà ufficializzato l’acquisto di un giovane portiere classe ’89 mentre per Francesco Azzarone ci sono già le alternative.

Nemmeno con il salto di categoria certe cose sono cambiate, questa volta la società ha usato la linea dura e quindi questi giocatori che snobbano la preparazione atletica verranno messi fuori rosa.

Michele Gualano si unirà al gruppo, smentite le voci di un disaccordo tra le parti, il regista della squadra ha commentato così la nuova stagione: “ci aspettano tante battaglie importanti, dobbiamo lavorare e sudare molto, non dobbiamo farci trovare impreparati, con la società non ci sono stati mai problemi ha commentato Gualano”.

Il Vieste ha fatto il salto di categoria in tutto ma alcuni giocatori del posto ancora non l’hanno capito, sembra quasi un’offesa nei confronti di chi già da oltre 10 giorni si stà allenando con molta serietà.

                                Michele Mascia


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright