The news is by your side.

Sul Gargano “Tutto Esaurito”

32

L’assessore al Turismo della Regione Puglia Ostillio: “Premiati l’offerta di qualità e il lavoro di squadra”.

«Positiva la settimana di Ferragosto per il Gargano, che è riuscito a riprendersi malgrado il disastroso incendio che ha devastato parte del territorio alla fine del mese di luglio». È quanto scrive l'autorevole rivista di settore «Ttg Italia» nell'ultimo numero, rendendo noti particolari importanti sull'andamento turistico in Puglia. «Tutto esaurito in alberghi e campeggi», afferma il settimanale spiegando che in questo periodo l'incoming è stato soprattutto italiano, e annunciando «previsio­ni ottimistiche anche per settem­bre, periodo – conferma – da sem­pre preferito soprattutto dai te­deschi». La notizia, che ha fatto il giro d'Europa grazie alle sedi Enit all'estero, testimonia il lavoro svolto per rilanciare il Gargano tra le mete più importanti per il turismo balneare in Italia e nel Mediterraneo, dopo il clamore me­diatico seguito al tragico evento che ha coinvolto le aree boschive attorno a Peschici e Vieste. «La notizia pubblicata dall'au­torevole periodico – commenta l'as­sessore regionale al Turismo, Mas­simo Ostillio – ci rasserena anche rispetto alle poco positive previ­sioni che vedono l'Italia soffrire sul mercato internazionale. La nostra regione – aggiunge Ostillio – mantiene intatte le speranze di poter confermare le quote di mercato dell'anno scorso, ossia di una stagione altamente positiva che si è chiusa con un complessivo + 4 per cento e un eccezionale + 6 per cento negli arrivi dall'estero. Per la Puglia, che negli ultimi anni si è posizionata stabilmente al terzo posto nella classifica delle regioni più amate dagli italiani, sarebbe un grande successo, atteso che i nostri principali competitor meridionali, Campania e Sicilia, risultano essere in forte crisi».Questi risultati, per l'assessore Ostillio «confermano il forte appeal della nostra regione come meta turistica di qualità. Non sono persona di facili entusiasmi – conclude – ma in una fase di recessione del mercato, mantenere il livello dello scorso anno nonostante incendi, episodi di microcriminalità e crisi idrica che hanno colpito varie zone della Puglia, diventa un incitazione a fare di più e meglio tutti insieme: amministrazioni pubbliche, enti locali e operatori».


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright