The news is by your side.

Il Foggia soffre in 10, ma vince.

7

Il Foggia di Campilongo si trova già in una situazione delicata, ad un solo punto in classifica (nonostante il bel gioco), dopo due giornate e reduce dalla rocambolesca sconfitta di Sassuolo. Di fronte, il Lecco “grandi firme”: Gianluca Savoldi, Max Vieri e Mattia Altobelli, figlio del grande “Spillo”.

Privo di Cardinale e degli infortunati Arno,Mounard e Di Roberto, il tecnico rossonero Sasà Campilongo lancia nella mischia Umberto Del Core dal 1´mentre resta in panchina Plasmati. Mister Musicco è in emergenza: fuori Bonfanti (squalificato) e Bloudek, recupera in extremis Savoldi, schierato al fianco di Vieri.
Il Lecco non è in gita allo Zaccheria e lo dimostra subito: dopo 3´ La Cagnina con un gran tiro sfiora il palo, ma l´arbitro fischia l´off-side.

Il Foggia, ben organizzato, cerca di soprendere gli avversari con le solite incursioni di Giordano ed alternando gli esterni d´attacco (Esposito a sinistra, Del Core a destra) per sorprendere la difesa ospite, rendendosi pericoloso con Tisci su punizione (‘8), ma la conclusione è deviata in angolo.

Ci credono i padroni di casa, ed iniziano a spingere sull´acceleratore, sfruttando soprattutto le fasce (gran lavoro di Panini e Mora), rischiando anche qualcosa sulle ripartenze blucelesti.
E mentre Biancone (servito da Panini) viene atterrato in area e l´arbitro lascia discutibilmente proseguire, tra le proteste in campo, su capovolgimento di fronte è il Lecco ad ottenere un penalty: penetrazione in area di Savoldi, atterrato da Rinaldi. Dal dischetto,  si incarica della battutta lo stesso Savoldi che insacca centralmente. 0-1, il gelo.
Colpiti nel momento migliore, i rossoneri faticano a riprendersi e per poco non subiscono il raddoppio degli ospiti: punizione di Lomi, sponda di Savoldi e gran tiro al volo di Chianese, con palla smorzata in angolo da Agazzi.

La risposta del Foggia al 21´: cross perfetto di Mora da sinistra, di testa Del Core, alto sulla traversa. Ed è ancora l´attaccante barese a tentare la battuta dal limite al 34´, ma la conclusione è debole. Troppo poco per risvegliare l´intera squadra.

Il Lecco difende con i denti l´importante vantaggio acquisito, facendo buona guardia, prendendo possesso del centrocampo (gran lavoro di Lomi) ed impedendo ai padroni di casa di creare grossi grattacapi.
La ripresa vede l´esordio in rossonero di Plasmati, schierato al centro dell´attacco, con spostamento di Biancone sull´esterno. L´ariete materano si presenta subito, nel giro di due minuti, con una doppia inzuccata: la prima termina di poco alta sulla traversa, ben servito da D´Amico, la seconda di poco fuori.

E´ un altro Foggia: aggressivo, determinato e con un Plasmati in più nel motore a dare carica e sicurezza li davanti. E puntuale, arriva il pareggio al 5´: fallo di mano in area di un difensore lecchese, su cross proveniente dalla sinistra di Del Core, rigore netto. Batte Tisci, che spiazza il portiere ospite, rete. 1-1, palla al centro.
Il Lecco subisce il colpo e l´aggressività dei rossoneri, costretti in dieci al 15´ per l´espulsione di Mora (fallo da ultimo uomo su Ulivi), cercando di riorganizzarsi e di sfruttare la superiorità numerica; e ci provano con Savoldi (21´), che supera Agazzi ma si allarga troppo e sciupa tutto.

Al 25´ il vantaggio rossonero: angolo di Coletti, svetta in area (completamente libero) Ignoffo che la mette alle spalle di Mazzoni: 2-1, esplode lo Zaccheria.

Il ritmo cala, entrambe le squadre accusano la stanchezza ed a provarci, per i lombardi, è il solito Savoldi (vera spina nel fianco), che al 40´ chiede invano un rigore (fallo di Ignoffo), ottenendo però soltanto un corner. E´ l´ultima emozione dell´incontro, terminato dopo 5´ di recupero: il Foggia, in dieci uomini, soffrendo, ottiene la prima vittoria in campionato, il Lecco esce sconfitto ma consapevole, con quei due li davanti, di potersela giocare con chiunque.

FOGGIA (4-3-3): Agazzi; Panini, Rinaldi, Ignoffo, Mora; Giordano (dal 24‘st Russo), Tisci, D´Amico; Esposito (dal 1´st Plasmati), Biancone, Del Core (dal 20´st Coletti). A disp.: Castelli, Delli Carri, Lisuzzo, Colombaretti. All. S. Campilongo

LECCO (4-4-2): Mazzoni; Campi, Mussoni, Villagatti, Merenda (dal 42´st Bonacina); E. Chianese (dal 3´st Ulivi), Corti, Lomi, La Cagnina (dal 29´st Altobelli); Savoldi, M. Vieri. A disp.: Varaldi, Fusco, Piccirillo, Barbieri. All. A. Musicco

ARBITRO: Sig. Angelo M. Giancola di Vasto

MARCATORI: 15´pt Savoldi (rig., L), 4´st Tisci (rig., F), 25´st Ignoffo (F)

AMMONITI: D´Amico, Biancone, Giordano, Rinaldi (F); Savoldi, Campi, Villagatti (L),

ESPULSI: 16´st Mora (Foggia, fallo da ultimo uomo).

NOTE: Temperatura gradevole, terreno in buone condizioni. Spettatori 6000 circa (200 da Lecco). Angoli 7-2 . Recupero: 4´pt, 5´st.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright