The news is by your side.

Il Foggia soffre in 10, ma vince.

47

Il Foggia di Campilongo si trova già in una situazione delicata, ad un solo punto in classifica (nonostante il bel gioco), dopo due giornate e reduce dalla rocambolesca sconfitta di Sassuolo. Di fronte, il Lecco “grandi firme”: Gianluca Savoldi, Max Vieri e Mattia Altobelli, figlio del grande “Spillo”.

Privo di Cardinale e degli infortunati Arno,Mounard e Di Roberto, il tecnico rossonero Sasà Campilongo lancia nella mischia Umberto Del Core dal 1´mentre resta in panchina Plasmati. Mister Musicco è in emergenza: fuori Bonfanti (squalificato) e Bloudek, recupera in extremis Savoldi, schierato al fianco di Vieri.
Il Lecco non è in gita allo Zaccheria e lo dimostra subito: dopo 3´ La Cagnina con un gran tiro sfiora il palo, ma l´arbitro fischia l´off-side.

Il Foggia, ben organizzato, cerca di soprendere gli avversari con le solite incursioni di Giordano ed alternando gli esterni d´attacco (Esposito a sinistra, Del Core a destra) per sorprendere la difesa ospite, rendendosi pericoloso con Tisci su punizione (‘8), ma la conclusione è deviata in angolo.

Ci credono i padroni di casa, ed iniziano a spingere sull´acceleratore, sfruttando soprattutto le fasce (gran lavoro di Panini e Mora), rischiando anche qualcosa sulle ripartenze blucelesti.
E mentre Biancone (servito da Panini) viene atterrato in area e l´arbitro lascia discutibilmente proseguire, tra le proteste in campo, su capovolgimento di fronte è il Lecco ad ottenere un penalty: penetrazione in area di Savoldi, atterrato da Rinaldi. Dal dischetto,  si incarica della battutta lo stesso Savoldi che insacca centralmente. 0-1, il gelo.
Colpiti nel momento migliore, i rossoneri faticano a riprendersi e per poco non subiscono il raddoppio degli ospiti: punizione di Lomi, sponda di Savoldi e gran tiro al volo di Chianese, con palla smorzata in angolo da Agazzi.

La risposta del Foggia al 21´: cross perfetto di Mora da sinistra, di testa Del Core, alto sulla traversa. Ed è ancora l´attaccante barese a tentare la battuta dal limite al 34´, ma la conclusione è debole. Troppo poco per risvegliare l´intera squadra.

Il Lecco difende con i denti l´importante vantaggio acquisito, facendo buona guardia, prendendo possesso del centrocampo (gran lavoro di Lomi) ed impedendo ai padroni di casa di creare grossi grattacapi.
La ripresa vede l´esordio in rossonero di Plasmati, schierato al centro dell´attacco, con spostamento di Biancone sull´esterno. L´ariete materano si presenta subito, nel giro di due minuti, con una doppia inzuccata: la prima termina di poco alta sulla traversa, ben servito da D´Amico, la seconda di poco fuori.

E´ un altro Foggia: aggressivo, determinato e con un Plasmati in più nel motore a dare carica e sicurezza li davanti. E puntuale, arriva il pareggio al 5´: fallo di mano in area di un difensore lecchese, su cross proveniente dalla sinistra di Del Core, rigore netto. Batte Tisci, che spiazza il portiere ospite, rete. 1-1, palla al centro.
Il Lecco subisce il colpo e l´aggressività dei rossoneri, costretti in dieci al 15´ per l´espulsione di Mora (fallo da ultimo uomo su Ulivi), cercando di riorganizzarsi e di sfruttare la superiorità numerica; e ci provano con Savoldi (21´), che supera Agazzi ma si allarga troppo e sciupa tutto.

Al 25´ il vantaggio rossonero: angolo di Coletti, svetta in area (completamente libero) Ignoffo che la mette alle spalle di Mazzoni: 2-1, esplode lo Zaccheria.

Il ritmo cala, entrambe le squadre accusano la stanchezza ed a provarci, per i lombardi, è il solito Savoldi (vera spina nel fianco), che al 40´ chiede invano un rigore (fallo di Ignoffo), ottenendo però soltanto un corner. E´ l´ultima emozione dell´incontro, terminato dopo 5´ di recupero: il Foggia, in dieci uomini, soffrendo, ottiene la prima vittoria in campionato, il Lecco esce sconfitto ma consapevole, con quei due li davanti, di potersela giocare con chiunque.

FOGGIA (4-3-3): Agazzi; Panini, Rinaldi, Ignoffo, Mora; Giordano (dal 24‘st Russo), Tisci, D´Amico; Esposito (dal 1´st Plasmati), Biancone, Del Core (dal 20´st Coletti). A disp.: Castelli, Delli Carri, Lisuzzo, Colombaretti. All. S. Campilongo

LECCO (4-4-2): Mazzoni; Campi, Mussoni, Villagatti, Merenda (dal 42´st Bonacina); E. Chianese (dal 3´st Ulivi), Corti, Lomi, La Cagnina (dal 29´st Altobelli); Savoldi, M. Vieri. A disp.: Varaldi, Fusco, Piccirillo, Barbieri. All. A. Musicco

ARBITRO: Sig. Angelo M. Giancola di Vasto

MARCATORI: 15´pt Savoldi (rig., L), 4´st Tisci (rig., F), 25´st Ignoffo (F)

AMMONITI: D´Amico, Biancone, Giordano, Rinaldi (F); Savoldi, Campi, Villagatti (L),

ESPULSI: 16´st Mora (Foggia, fallo da ultimo uomo).

NOTE: Temperatura gradevole, terreno in buone condizioni. Spettatori 6000 circa (200 da Lecco). Angoli 7-2 . Recupero: 4´pt, 5´st.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright