The news is by your side.

Superstrada del Gargano il 17 la presentazione del progetto di completamento

11

Il Presidente dell'amministrazione provinciale, Carmi­ne Stallone, il prossimo 17 settembre pre­senterà ai responsabili regionali dell'Anas il progetto di completamento della strada a scorrimento veloce del Gar­gano che, per Stallone "è una priorità stra­tegica". Insieme al presidente della Pro­vincia, Felice Santagata, docente dell'Uni­versità di Torino e dell'Università di An­cona, e il collega Marco Bassani dell'Uni­versità di Torino che hanno realizzato lo studio di fattibilità attraverso il Centro interuniversitario di ricerca stradale. Da sempre, spiega Stallone, il comple­tamento della strada a scorrimento veloce rappresenta un impegno prioritario della Provincia per rendere pienamente frui­bile il Gargano e collegare in modo rapido e sicuro tutti i suoi comuni. Lo studio di fattibilità è stato già pre­sentato diversi mesi fa a Palazzo Doga­na."Si tratta – spiegò Santagata – di un lavoro iniziato già nel 2001 che è partito da un'analisi geomorfologica dettagliata del territorio. Ci siamo, in particolare sof­fermati, sulla necessità di non intaccare i delicati equilibri ambientali dell'area e di realizzare un'infrastruttura che potesse collegare la strada a scorrimento veloce dal punto in cui attualmente si interrom­pe e, cioè, da Vico del Gargano fino alla località "Mandrione", nei pressi di Vie­ste". Il progetto di fattibilità, che rappresenta la sintesi di cinque ipotesi di lavoro, pre­vede un'infrastruttura della lunghezza complessiva di undici chilometri e 650 me­tri, divisa in due tratti che consentiranno che la strada a scorrimento veloce colleghi Vico del Gargano a Mandrione. Costo com­plessivo del progetto: 144 milioni di euro. L'infrastruttura avrà due corsie (di 3,75 metri ciascuna) e 2 banchine (1,50 metri). Naturalmente, il progetto elaborato non sarà fatto calare sulle comunità locali, tutt'altro, infatti, spiega Stallone, inten­diamo aprire un confronto con tutte le comunità locali del Gargano per racco­gliere, spunti, suggerimenti e, quindi, ar­rivare compatti ad individuare le strade migliori per reperire i finanziamenti ne­cessari alla realizzazione del progetto. Il progetto sarà sottoposto all'attenzio­ne sia della Regione che del Ministro An­tonio Di Pietro, passi che, in verità sono stati già fatti. E che Stallone sia molto determinato, prova ne è che "la Provincia – sottolinea – sia pronta a studiare la strada per con­tribuire con proprie risorse alla realiz­zazione del progetto, compatibilmente con le proprie disponibilità finanziarie. Ma sarà necessario uno sforzo di sistema dei Comuni, della Regione, della Provincia e dello Stato per poterlo concretizzare". Il  progetto dovrà essere studiato dagli amministratori del Gargano i quali sa­ranno chiamati ad apportare il loro con­tributo progettuale e di idee.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright