The news is by your side.

Provincia: presentato piano tutela delle aree protette

13

Palazzo Dogana ha a disposizione 1.260.000 euro di finanziamenti regionali

Un piano di tutela e potenziamento dei parchi regionali, delle zone a protezione speciale e dei siti di interesse comunitario. È questa la proposta che l’assessore provinciale all’Ambiente, Pasquale Pellegrino, ha sottoposto al vaglio dell’assessore regionale all’Ambiente, Michele Losappio. La riunione si è svolta oggi a Bari ed aveva come obiettivo la presentazione di piani provinciali articolati per sfruttare i finanziamenti messi a disposizione dalla Regione. La Provincia di Foggia ha a disposizione 1.260.000 euro di finanziamenti regionali. “Fondi che utilizzeremo per realizzare azioni specifiche per la tutela e il potenziamento dei nostri parchi, dei sic e delle zps”, spiega Pellegrino. I parchi regionali presenti in Capitanata sono due: parco regionale dell’Ofanto e parco regionale dell’Incoronata. Le zone a protezione speciale (zps) coincidono con buona parte del territorio del Parco nazionale del Gargano. I siti di interesse comunitario (sic) presenti in Capitanata coincidono con i principali fiumi e corsi d’acqua del territorio. “I parchi regionali, come i sic e le zps sono aree di grande pregio dal punto di vista ambientale, ricca di specie da tutelare. Perciò, abbiamo voluto articolare un piano concreto di interventi che miri a porre in essere azioni concrete di tutela. Questo strumento sarà indispensabile nel percorso virtuoso che la Provincia di Foggia ha implementato per la valorizzazione del territorio e, soprattutto, nell’ottica di una diffusione e di un consolidamento della cultura dello sviluppo sostenibile e della difesa dell’ambiente”, precisa l’assessore provinciale all’Ambiente che rimarca come “i recenti danni causati dagli incendi hanno messo in luce la necessità di rendere ancora più serrati ed efficaci i controlli e le azioni di tutela delle nostre risorse. In quest’ottica abbiamo concepito il nuovo piano di salvaguardia. Come strumento per rafforzare i tanti interventi positivi realizzati in questi anni”. Il Piano ha ottenuto il via libera dell’assessorato regionale all’Ambiente.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright