The news is by your side.

Damone alla Regione: “e’ concesso alle Ferrovie Garganiche chiudere le stazioni?”

10

“Rivedere l’intero sistema di rilascio delle concessioni regionali per il trasporto su gomma e su rotaie, effettuare verifiche continue sui servizi resi agli utenti e sul rispetto delle norme che regolano la convenzione e, in alcuni casi, verificare se non sia il caso di revocarle e sospenderle”.

 Lo chiede con una interrogazione urgente al Presidente della Giunta e all’assessore ai Trasporti il capogruppo de La Puglia Prima di Tutto alla Regione Pugila, Francesco Damone, dopo aver appreso che la ferrovia Garganica avrebbe deciso di chiudere molte stazioni.

Damone chiede quindi se sia vera questa volontà di chiudere le stazioni e se la Regione non ritenga di dover immediatamente scongiurare questo pericolo, per evitare danni agli utenti.

“Inoltre – dice Damone – vanno rivisti i termini della convenzione con le Ferrovie Garganiche, perché se le stazioni chiudono diminuiscono le spese di personale, energia, eccetera, quindi la Regione deve intanto verificare le spese realmente sostenute e poi imporre alla società di rispettare le condizioni previste dalla concessione. Non è pensabile – aggiunge Damone – che una volta rilasciate le concessioni, la Regione si limiti a pagare senza preventivamente verificare, documenti alla mano, se le aziende hanno rispettato i termini delle convenzioni, se hanno effettivamente reso agli utenti i servizi che si erano impegnate a rendere, se la concessione è ancora conveniente per la Regione e per i cittadini. Chiediamo quindi su quali basi vengono rilasciate le concessioni e una ricognizione totale di tutte le concessioni in atto e dei costi sostenuti dalla Regione, messi in relazione con i servizi che le aziende si erano impegnate a fornire all’atto della stipula della concessione”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright