The news is by your side.

Elezioni provinciali: si prospetta lo scontro Cera-Stallone

29

Sentire le varie “voci di corridoio” il toto-candidati per la poltrona di presidente della Provincia di Foggia sembrerebbe ancora tutto da giocare. Diversi sono i nomi spuntati qua e là in queste settimane. Se a sinistra c’è chi è pronto a scommettere sull’attuale sindaco di Manfredonia, Paolo Campo, c’è anche chi, pur mantenendo la “brezza sipontina”, punta tutto su altri nomi. A destra, invece, ci sono correnti che portano i nomi di Santaniello e Marinacci. A fare un po’ di chiarezza, forse, le dichiarazioni di due esponenti dei rispettivi schieramenti: il capogruppo di Rifondazione Comunista a Palazzo Dogana, Vincenzo Brucoli, ed il consigliere provinciale de La Destra, Paolo Agostinacchio. “Scegliere un altro candidato – sottolinea Brucoli – che non sia Stallone sarebbe una scelta folle, da kamikaze per il centro-sinistra. Poiché credo che non abbiamo ancora perso l’istinto di sopravvivenza, penso fortemente che ricandideremo Stallone anche perché non farlo vorrebbe dire esprimere un giudizio negativo su quanto fatto dalla sua Giunta negli ultimi anni e come potremmo presentarci agli elettori esprimendo un giudizio negativo su noi stessi? Vorrebbe dire regalare tutto al centro-destra”. In linea col pensiero del capogruppo di Rifondazione, altri esponenti dell’attuale maggioranza di Palazzo Dogana, tra cui lo stesso presidente Carmine Stallone che, già nei mesi scorsi, non ha nascosto la sua ferma intenzione di ricandidarsi. Già…ricandidarsi, ma chi difenderà i colori del centro-destra? Secondo Agostinacchio, un nome degno di merito e considerazione, è quello del consigliere provinciale Udc, Angelo Cera (capogruppo alla Regione del partito). Ma l’ex sindaco di Foggia non si sbilancia: “Non posso dare dei nomi probabili perché i partiti ancora non si sono incontrati. A destra bisogna anche interrogarsi sui metodi perché, per via di alcune leggerezze, siamo stati soccombenti nelle scorse provinciali quando pareva che l’avversario fossi io e non Stallone per determinati personaggi. Ora bisogna riflettere seriamente. Si fanno dei nomi di persone che sono meritevoli di considerazione come Angelo Cera”. Il toto-candidati non è ancora chiuso ed i giochi restano aperti, ma la sensazione, a Palazzo Dogana, è che il prossimo match per la presidenza potrebbe vedere Stallone e Cera ai due angoli.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright