The news is by your side.

Un marchio di qualità da Cna Puglia

11

Una colomba azzurra in campo verde, in un cerchio, segnerà i prodotti agroalimentari che garantiranno la qualità, la sicurezza e il rispetto di tutte le certificazioni e normative

Sarà il marchio «garantito CNA» (una colomba azzurra in campo verde, in un cerchio) a contraddistinguere le imprese aderenti alla CNA Puglia che garantiranno la qualità del prodotto, la sicurezza e il rispetto di tutte le certificazioni e normative vigenti nel settore agroalimentare, a partire dal lattiero-caseario. Un 'idea, questa dell’operazione trasparenza «Arte Alimentare», che è affidata alla creatività dei giovani degli istituti d’arte di Bari che concorreranno alla creazione del logo che entro fine anno sarà apposto sui prodotti a garanzia della qualità. Il progetto è stato presentato oggi dal segretario CNA Puglia, Pasquale Ribezzo, e nasce per fare chiarezza nel lattiero-caseraio, in particolare, e nell’agroalimentare anche in seguito a informazioni scorrette sui prodotti lattiero-caseario, circolate di recente, che rischiano di disorientare i consumatori e di danneggiare il settore. «Abbiamo una necessità – ha dichiarato Ribezzo – che è quella di mettere ordine nelle informazioni che circolano e che, a volte, allarmano i consumatori. La Puglia è la settima regione in Italia per trasformazione di latte e l’undicesima per produzione. Basterebbe questo per capire che il latte pugliese non basta».


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright