The news is by your side.

Prevenzione incendi, sabato 27 ottobre il Parco del Gargano a Roma per un convegno

25

Il tema degli incendi sarà al centro del convegno organizzato dall’Accademia Kronos, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare dal titolo “L’educazione ambientale e le Aree Protette “Parchi Vivi”, in programma alla Nuova Fiera di Roma sabato 27 ottobre alle ore 10,00 (sala B padiglione 14). Il Parco del Gargano è stato invitato e il Presidente Giandiego Gatta sarà tra i relatori, in qualità di testimone diretto del disastro subito dal promontorio lo scorso 24 luglio e successivo 28 agosto. Il convegno vuole essere un momento di analisi e di riflessione sul disastro degli incendi e la rinascita dei parchi. In un quadro generale delle nefaste conseguenze del fenomeno nelle aree protette italiane, si vuole puntare sulla attività di prevenzione nel prossimo futuro, focalizzando il ruolo dei Parchi nella lotta agli incendi boschivi. Proprio di questo parlerà il Direttore generale del Ministero Aldo Cosentino. L’intervento di Gatta è programmato per le ore 10,30 di sabato. “Ricostruirò tutta la vicenda che ci ha visti purtroppo protagonisti questa estate: ripercorrendo tutte le fasi, dai miei appelli, ahimè rimasti inascoltati, nei mesi precedenti la sciagura ai danni provocati dal fuoco, che hanno causato anche tre morti. Ma soprattutto illustrerò il ruolo dell’Ente Parco nella difficile lotta per combattere la piaga degli incendi” spiega Gatta. Il programma della manifestazione prevede una serie di interventi di altri rappresentanti dei parchi naturali presenti al convegno, allo scopo di tracciare un percorso comune, di darsi delle priorità e di approntare un identico schema d’azione che faccia scattare in tempo utile i meccanismi di pronto intervento e di soccorso in casi di emergenza. Gatta rimarcherà ancora una volta come la carenza di uomini e mezzi sia stata e rimanga una delle criticità più profonde. Per questo il Presidente del Parco tornerà a chiedere per l’ennesima volta l’auspicato aumento dell’organico del CTA (Coordinamento Territoriale Ambiente) e la erogazione di specifici contributi in termini di prevenzione antincendi, con particolare riguardo a strumentazioni per il  rilevamento satellitare, la dislocazione di un velivolo per lo spegnimento del fuoco di stanza sul Gargano nei mesi che vanno da maggio a settembre e la presenza dell’esercito per esercitazioni militari (escluse quelle di tiro a fuoco) che funga da deterrente nei confronti dei piromani.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright