The news is by your side.

Studio sui bimbi pugliesi: “Grassi e teledipendenti”

10

Secondo un'indagine condotta dal Movimento italiano genitori, i bambini pugliesi passano troppo tempo davanti alla tv. E sono sovrappeso più dei loro coetanei.Pigri, troppo tempo immobili davanti alla tv, e più cicciottelli dei coetanei del resto d'Italia. È questa la fotografia dei bambini pugliesi, così come emerge da uno studio commissionato dal Moige, il movimento italiano dei genitori, all'istituto demoscopico Swg.
Schiavi dello schermo
I bambini pugliesi sono in Italia quelli "che passano più tempo davanti alla televisione, ben 2 ore e 6 minuti al giorno, contro una media nazionale che si ferma a un'ora e 36 minuti", come spiega Elisabetta Scala, responsabile dell'Osservatorio del Moige sui media. Ma non solo. Secondo una recente indagine realizzata dall'Istat, i bimbi della regione sono anche quelli che dedicano poco spazio all'attività fisica, risultando quindi più grassi degli altri. Secondo l'Istat, il 26 per cento dei giovanissimi pugliesi è sovrappeso o addirittura obeso, contro una media nazionale che si ferma un po' più in basso, al 24 per cento.
La campagna del Moige
Proprio in questi giorni i responsabili del Moige sono in Puglia per lanciare una campagna di informazione, con lo scopo di spronare i genitori ad un uso responsabile e consapevole della televisione, e a denunciare programmi violenti o volgari trasmessi in orari destinati alle famiglie. Oggi e domani la campagna informativa toccherà le scuole di Santo Spirito, mentre sabato sarà ad Altamura. L'intento è quello di promuovere il sito www.tvpertutti.it e il numero verde 800.93.70.70, "al quale segnalare episodi di tv violenta, volgare o lesiva della sensibilità dei minori", spiega Scala.
Pierluigi Spagnolo


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright