The news is by your side.

Vieste-RAFFAELE ZAFFARANO GUIDARERA’ FORZA ITALIA [AUDIO]

32

 

 

Vieste, il congresso cittadino di Forza Italia, come largamente previsto ha eletto per acclamazione coordinatore Raffaele Zaffarano e gli organismi dirigenti. Tutto è stato vissuto nella più assoluta tranquillità ed unanimità. Se fino a non molti giorni fa si vociferava di uno scontro all'ultima tessera (a Vieste gli azzurri tesserati sono ben 864) fra due gruppi, uno che faceva riferimento al commissario, ex sindaco e parlamentare Mimì Spina Diana, e l'altro al portavoce Giovanni Rosiello, le cui mozioni si contrapponevano per indicare il coordinatore del partito. Da ultimo, invece, le due anime azzurre sono riuscite nella quadratura del cerchio, a trovare cioè l'intesa su chi dovesse guidare Forza Italia. I componenti del direttivo sono: Lorenzo Spina Diana, Giuseppe Papagni, Giuseppe Cimaglia, Rino Masanotti, Giovanni Rosiello, Giorgio Prencipe, Gaetano Nitarangelo Vieste Flora, Carmine Azzarone.

 

E quando si parla di cerchi e di quadrature, un professionista del ramo è indispensabile: Raffaele Zaffarano, consigliere comunale ed assessore ds varie legislature ha risolto il dilemma.
Zaffarano, politico ed amministratore di lungo corso (candidato sindaco uscito sconfitto dalle primarie contro Ersilia Nobile) si è ha trovato così ad assumere la funzione di raccordare le passioni e le ambizioni dei due gruppi, evitando una conta dei voti in congresso. Zaffarano ha riconosciuto che, nel caso si fosse andato allo voto fra due mozioni, lui e tanti altri si sarebbero comunque trovati nell'imbarazzo di dover scegliere da che parte stare.
Ora, invece, con l'accordo raggiunto, Zaffarano sarà acclamato coordinatore e dovrà traghettare il partito verso i prossimi appuntamenti elettorali (leggasi provinciali).
Ma il compito a cui tiene maggiormente è di rilanciare il ruolo propositivo e progettuale del partito.
Da sempre contrario a che il partito facesse da cane da guardia se non da censore sull'operato dell'Amministrazione comunale, Zaffarano ha spiegato di voler realizzare un partito che sia un vero e proprio laboratorio che faccia emergere una nuova classe dirigente.
Nel contempo si dovrà pensare a ad elaborare nuovi progetti per una città che si troverà ad affrontare sfide difficili nei prossimi anni, soprattutto in quel settore economico trainante che è il turismo.
Con la definizione dei quadri dirigenti in Forza Italia si andrà anche a riattivare il confronto interno fra le forze che sostengono la Giunta di Ersilia Nobile.
Un confronto che molti ritengono utile per coadiuvare gli sforzi dell'attuale compagine amministrativa.

{mp3}politica/Zaffarano_Forza_Italia_ 10_11_2007{/mp3} 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright