The news is by your side.

RIFIUTI —I Comuni regolano i conti per il 2007

8

Ma si attardano nei piani di rientro per il pregresso

Sulla questione dei ritardi nei pagamenti per il conferimento dei rifiuti nella discarica di Vieste da parte dei Comuni del comprensorio qualche nota positiva si è potuta riscontrare negli scorsi giorni. Tranne Sannicandro Garganico, il resto dei Comuni interessati al servizio in discarica, ha chiuso le pendenze per quanto riguarda l'anno corrente. Per il pregresso i Comuni morosi starebbero predisponendo un piano di rientro in virtù della disponibilità accordata dal sindaco di Vieste di accettare una dilazione dei pagamenti.

Di tutta la materia si è fatto nuovamente il punto della situazione in una riunione in Prefettura a Foggia, mercoledì scorso 7 novembre.

Erano presenti per Vieste il sindaco Ersilia Nobile con l'assessore all'Ambiente Antonio D'Errico, per Peschici l'assessore Fabrizio Losito, per Rodi il sindaco Carmine D'Anelli e rappresentanti degli altri Comuni interessati alla problematica.

Nell'incontro è stata nuovamente evidenziata come per il Comune di Vieste la situazione finanziaria relativa all'attività della discarica continua ad essere molto difficile. Il sito di Landa della Serpe va sempre più verso l'esaurimento, anche per l’impossibilità di avviare la triturazione dei rifiuti per ridurne i volumi, dovendo acquistare un'apposita attrezzatura per un costo aggiuntivo non sostenibile visto che da un lato si deve porre mano a continue anticipazioni di cassa per il funzionamento della discarica a fronte della pluriennale (e accondiscesa) inadempienza dei Comuni nel pagare il dovuto per il conferimento. Per il Comune di Vieste le continue anticipazioni di cassa stanno, infatti, facendo lievitare gli interessi ed incidendo pesantemente sul bilancio.

I Comuni interessati sono stati pertanto sollecitati a formalizzare con urgenza, con apposite delibere dei rispettivi Consigli comunali, i piani di rientro della debitoria verso Vieste.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright