The news is by your side.

LA MONTAGNA DELL’ARCANGELO MICHELE

11

Una caverna sacra ricorre in molte leggende del passato – Ha girato il mondo la storia della grotta di San Michele. "Io sono l'Arcangelo Michele e custodisco questa caverna, dove i peccati degli uomini sono rimessi".Furono i Longobardi a fare della grotta un santuario rupestre dedicato al guerriero alato, edificandovi un tabernacolo con la volta sorretta da quattro pilastri, un altare, piccole nicchie e una vasca destinata a fonte battesimale. La cappella di ingresso è venuta nel primo 1700, insieme alla statua dell'Arcangelo, che impugna la spada contro un drago e regge la bilancia del giudizio universale. Sul lato, si osservano delle striature sembrano impresse da grandi artigli. Si vuole siano state lasciate dal demonio, gettato negli inferi da San Michele. La leggenda racconta che sarebbe tornato nel suo tempio pugliese passando da cavità intercomunicanti nel sottosuolo. La grotta è un elemento di grande valore simbolico, che ricorre nelle tradizioni antiche, nei miti ed ora nella letteratura di ispirazione storica e avventurosa. Michele Buticchi, nel romanzo Longanesi "Il vento dei demoni", 592 pag. 19,60 euro, rivela una vicenda misteriosa che evoca in qualche modo la leggenda garganica, nota del resto in tutto il mondo antico. Un sasso levigato, la Pietra Sacra, scagliata da un dio pagano per mostrare agli uomini la sua potenza, causa la morte di quanti la tocchino. In piena preistoria, due tribù se ne contendono la custodia e il capo di una la nasconde proprio in una caverna. Secoli più tardi, nel 1200, nella Francia devastata dalla persecuzione religiosa contro gli eretici catari, la mappa che guida alla spelonca vicino ad un castello spingerà un menestrello ad affrontare le sue paure. Un altro salto e tempo ed ecco i nazisti impegnati in altre ricerche, nei loro studi sui poteri occulti. Si passa ad oggi e la trama coinvolge Oswald Breil e Sara Terracini, già protagonisti di altri titoli dello scrittore italiano, ma la Pietra ha un potere sinistro: la loro amicizia verrà messa alla prova. Il fascino delle leggende epiche alla base della storia vera conquisterà i lettori anche in una ulteriore novità Longanesi: "Un cavaliere e il suo re", nuovo best seller di Bernard Cornwell. In Anglia, qualche decennio prima del Mille, un giovane sassone cristiano, cresciuto tra i danesi, è spinto dalla sua ambizione e dal fascino di una bella maga a tentare avventure senza futuro. Finisce per scontrasi con la sua gente, ma una invasione danese lo riporta al fianco di re Alfredo. Seguono vicende appassionanti, fino al conflitto finale per riconquistare il Wessex e avviare la costruzione di quella che presto sarà chiamata la terra degli Angli: Inghilterra.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright