The news is by your side.

Monte Sant’Angelo. Prosegue il processo di costituzione del Partito Socialista.

5

Continua a Monte Sant’Angelo il processo di costituzione del Partito Socialista, IL nuovo soggetto politico che vedrà la luce in gennaio, nato dall’incontro di tutte le correnti socialiste. Con una lettera a firma del comitato costituente del Partito Socialista, composto da Pierpaolo d’Arienzo, Antonio Ciociola, Matteo Coccia, Michele Notarangelo e Felice Scirpoli, i socialisti chiedono a quanti non si riconoscono nel populismo berlusconiano e a quanti non hanno aderito al Partito Democratico di aderire, perché la casa dei socialisti è la casa dei moderati. Ecco il testo: 

“Carissimi, come avete potuto apprendere dai principali mezzi di informazione, nei giorni 5 e 6 ottobre scorsi si è tenuta l’Assemblea programmatica della Costituente Socialista. Aperto, condiviso, partecipato e, da tanti, sperato, il processo di formazione del Partito Socialista ha preso finalmente il via proprio a Roma, dopo una lunga maratona itinerante che ha visto impegnate tutte le federazioni regionali, provinciali e comunali. Mettendo da parte i vecchi rancori e le vecchie discrasie, tutti insieme laici, riformisti, liberali, repubblicani, socialisti e alcuni esponenti dei DS e della Margherita si sono riuniti ed hanno discusso sulla necessità di preservare, all’interno della sinistra, lo spirito riformista e socialista italiano. Non un incontro di compagni nostalgici, quindi, né il solito rituale da congressi, ma un laboratorio di idee e proposte destinate a cambiare radicalmente la vita del nostro Paese. Nonostante il disappunto e, in molti casi, l’ostruzionismo mostrati da alcuni ambienti del centro-sinistra, la Costituente Socialista irrompe con forza nello scenario politico odierno, con il chiaro obiettivo di contrapporsi a coloro i quali hanno dimenticato l’importanza della partecipazione della gente alla vita politica, i bisogni dei più deboli e la necessità dell’Italia di uscire da questo stagnante qualunquismo, che sembra regnare in tutti gli ambienti e in tutte le situazioni. Il riferimento extraterritoriale è senz’altro il Partito Socialista Europeo, la forza più grande della sinistra europea, al quale si guarda con interesse e stima, senza indugio o esitazione di sorta. Il Partito Socialista, quindi, si colloca tra il neonato Partito Democratico e la rigida "Cosa Rossa": troppo spostato al centro il primo, troppo a sinistra il secondo. Il varco politico creatosi può essere colmato solo da una forza di sinistra di governo, laica e riformista. A Roma non si é celebrato solo un congresso e quindi l’atto finale di formazione di un partito politico, ma l’inizio di una fase evolutiva che culminerà a febbraio 2008 con l’elezione dei nuovi quadri dirigenti. La Costituente Socialista si rivolge agli uomini che non credono nel Partito Democratico o nella "Cosa Rossa". Affinché queste intelligenze non vengano disperse inutilmente, è indispensabile che tutti coloro che hanno voglia di dare il proprio contributo, che si sentono di centro-sinistra, che credono nel ritorno in politica di ideali sani, che sentono il bisogno di partecipare e di essere coinvolti si uniscano per dar vita ad un partito che, ispirandosi ai valori di laicità, giustizia sociale e riformismo rappresenti la vera novità politica del nostro Paese”. (Fonte: Partito Socialista – sez. di Monte Sant’Angelo)


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright