The news is by your side.

Politiche per la famiglia, intesa Regione Puglia – ANCI

18

Firmata l'intesa tra la Regione Puglia – Assessorato alla Solidarietà e l'ANCI Puglia sulle modalità di utilizzo delle risorse che saranno destinate alla Puglia dal Fondo nazionale Politiche per la Famiglia, così come richiesto dall'Intesa della Conferenza Unificata.L'intesa, formalmente allegata agli Schemi di Accordo che saranno siglati dalla Regione Puglia con il Ministero Politiche per la Famiglia, prevede la condivisione su 4 importanti linee programmatiche che rafforzano il Piano di Azione "Famiglie al Futuro", approvato dalla Giunta Regionale lo scorso 31 ottobre. In particolare sono previsti interventi per un valore complessivo di circa 18 milioni di euro per: ASILI NIDO E SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA – saranno promossi programmi di investimento per la creazione ed il potenziamento di una rete estesa, qualificata e differenziata su tutto il territorio regionale di servizi socio educativi integrati, al fine di promuovere e garantire il benessere e lo sviluppo dei bambini, il sostegno al ruolo educativo dei genitori e la conciliazione dei tempi di lavoro e di cura. RIDUZIONE TARIFFE PER LE FAMIGLIE NUMEROSE – è previsto l'avvio di una sperimentazione che consentirà à l'abbattimento dei costi annui per le famiglie con 4 o più figli (inclusi i minori in affido) fino ad un massimo del 30% delle seguenti macro tipologie di servizi: a) asili nido e servizi socio – educativi per l'infanzia; b) mense e servizi complementari ai servizi socio-educativi per minori c) attività ludico – motorie d) trasporto pubblico locale. POTENZIAMENTO DELLA RETE CONSULTORIALE – saranno finanziati progetti per il potenziamento degli interventi a valenza sociale dei consultori pubblici e la promozione dell'offerta attiva di concerto con la programmazione di distretto, nonchè con il concerto dei Centri Risorse per le Famiglie istituiti presso le amministrazioni provinciali a seguito della deliberazione di Giunta Regionale n. 1818 del 31 ottobre 2007. QUALIFICAZIONE DEL LAVORO DELLE ASSISTENTI FAMILIARI – L'intervento prevede la realizzazione di progetti innovativi per l'incrocio domanda – offerta dei servizi di cura, anche per favorire l'emersione del lavoro sommerso nei servizi di cura, attraverso: • certificazione delle competenze delle assistenti familiari; • creazione degli albi comunali delle assistenti familiari, in forma singola e associata, e informatizzazione del sistema; • creazione di sportelli presso gli Uffici di Piano per offrire supporto consulenziale alle famiglie per la stipula dei contratti di lavoro con le assistenti familiari Gli interventi saranno realizzati attraverso Avvisi Pubblici per la selezione dei progetti a cura degli Ambiti Territoriali che opereranno di concerto con Province e ASL per la realizzazione dei progetti. Nell'ambito dell'intesa l'Assessorato alla Solidarietà e l'ANCI Puglia hanno convenuto di proseguire il processo di attuazione delle linee programmatiche attraverso la condivisione degli elementi di progettazione di dettaglio e le modalità operative di realizzazione, monitoraggio e valutazione degli interventi. "L'intesa siglata con l'ANCI – ha detto l'Assessore Gentile – dopo i due protocolli di intesa relativi alla legge regionale sul sistema integrato dei servizi e alla legge sulle politiche per la conciliazione vita – lavoro , testimonia ancora una volta il valore strategico che la Regione Puglia attribuisce ai principi di sussidiarietà e di cooperazione interistituzionale con i comuni pugliesi, che rappresentano uno dei principali assi portanti delle politiche sociali". Dopo l'intesa con l'ANCI, l'Assessorato alla Solidarietà incontrerà sui temi oggetto degli Accordi di Programma le Amministrazioni Provinciali, impegnate nella progettazione dei Centri Risorse per le Famiglie e le organizzazioni sindacali al fine di pervenire ad una progettazione di dettaglio degli interventi condivisa da tutti i soggetti chiamati a darvi attuazione.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright