The news is by your side.

Atletico Vieste – Japigia Bari 2 – 1

5

E’ stata una vigilia tormentata da parte del tecnico Michele Mimmo, ha atteso sino all’ultimo momento per decidere la formazione da mandare in campo, Rocco Augelli ed Elia Mastromatteo non hanno recuperato e all’ultimo momento si è aggiunta anche l’assenza di Michele Melchionda.Le due squadre si sono affrontate a viso aperto sin dal primo minuto, più decisi e più “cattivi” quelli dello Japigia, lo si è capito dai primi scontri col pallone dove i viestani hanno avuto la peggio.
A rompere le ostilità però è stato il Vieste, grande incursione di Nicola Cariglia che dal fondo pennellava un traversone per Maurizio Gentile, il bomber saliva fino al “cielo” e poi indirizzava il pallone all’angolo sinistro del portiere segnando un gol da manuale.
Immediata la reazione degli ospiti che ha costretto il Vieste nella propria metà campo, il portiere Pasquale Bua faceva buona guardia neutralizzando i tiri dal limite di Mastrolonardo.
Al 33′ Franco Cinque si infortunava ed era costretto ad uscire dal campo, Mimmo chiedeva al malconcio Melchionda di fare gli straordinari ed il giocatore entrava quindi in campo posizionandosi al centro della difesa con Fiorenzo Piracci.
Nel finale di tempo ancora un’altra tegola sulla testa di Michele Mimmo, Michele Gualano subiva uno stiramento ed anche lui era costretto ad uscire con Sollitto che gli subentrava, Vieste stranamente vittima di questo stillicidio di infortuni riusciva a chiudere in vantaggio il primo tempo.
La squadra barese entrava in campo decisa a raggiungere il pari e lo trovava presto grazie ad una bella azione di gioco, la difesa viestana veniva aggirata da uno scambio stretto e veloce tra Mastrolonardo e Miano che appena dentro l’area trafiggeva con un bel diagonale l’incolpevole Bua.
Il Vieste sembrava vacillare ma teneva duro e con grande orgoglio si rituffava con azioni di rimessa nell’area barese, al 9′ toccava ancora al bomber Maurizio Gentile mandare in delirio il pubblico con un gol da cineteca, scambio con il giovane Patrone e pronta girata in rete con il portiere Leleuso a raccogliere il pallone nel sacco.
Inutili e poco fortunati gli assalti dello Japigia con il Vieste a difendersi a denti stretti, la partita diventava spigolosa e ne faceva le spese Paolo Augelli che subiva un serio infortunio alla caviglia, il Vieste restava in 10 perché nel frattempo Mimmo aveva operato la terza sostituzione.
Ammirevole il comportamento di tutta la squadra che nel momento più difficile ha raddoppiato gli sforzi, Nicola Cariglia e Francesco Sollitto sembravano due veterani con la forza di un leone, a centrocampo Nicola Ducange ed Antonio Scarano sono stati superlativi mentre in attacco Maurizio Gentile si è confermato il bomber cinico della passata stagione.
Nel finale c’era spazio per registrare un gol sciupato incredibilmente da Calì ben servito da Gentile e nei minuti di recupero un affondo dei baresi che vedevano Silvestri affrontare con decisione Samb che finiva a terra, l’arbitro vedeva un fallo commesso dal giocatore barese.
Si scatenava tutta la rabbia dei giocatori dello Japigia, l’arbitro non si faceva “initimorire” e sventolava due rossi a Miano e Mastrolonardo che venivano espulsi.
Il triplice fischio finale arrivava al 96′ e metteva fine alla sofferenza dei viestani, indescrivibile la gioia dei numerosi tifosi accorsi al “miramare”, ma anche i dirigenti dell’Atletico si univano alla festa ed ai cori di incitamento verso Michele Mimmo ed il suo magico l’Atletico Vieste.
L’Atletico Vieste con 10 vittorie in 14 partite ha onorato alla grande la Capitanata, autorevole capolista del campionato di Promozione a dispetto di ogni pronostico.

ATLETICO VIESTE: Bua, Augelli P., Silvestri, Cinque (dal 33′ Melchionda), Piracci, Cariglia, Patrone (dal 73′ Calì), Ducange, Gentile, Gualano (dal 42′ Sollitto), Scarano. All: Mimmo
JAPIGIA: Leleuso, Michio (dal 72′ Dammacco), Palma (dal 85′ Bruzzese), Girone, Piperis, Faccitondo, Genchi, Tateo (dal 63′ Amoruso), Miano, Mastrolonardo, Samb. All. Boccasile
ARBITRO: Donvito di Barletta
RETI: al 20′ e 54′ Gentile, al 52′ Miano
NOTE: espulsi al 90′ Miano e Mastrolonardo

Michele Mascia


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright