The news is by your side.

Viestese: giocatore aggredisce l’arbitro, oltre sei mesi di squalifica

11

Mano pesante del giudice sportivo per le violenze di giocatori, tecnici e dirigenti agli arbitri. Resoconto di una domenica come tante altre.

Era circa il trentesimo del primo tempo della gara tra Viestese e Ordona valevole per la dodicesima giornata del campionato di Seconda Categoria, con gli ospiti già in vantaggio per 1 a 0. Albu Bogdan, centrocampista della Viestese di nazionalità rumena, al vedersi sventolare per la seconda volta il cartellino giallo dall'arbitro Di Noia di Barletta, "metteva le mani in faccia al direttore di gara proferendogli numerose frasi minacciose e irriguardose ed abbandonava il terreno di gioco solo grazie ai compagni di squadra". Il giudice sportivo ha deciso di comminare una squalifica fino a tutto il 30/06/2008.

Pugno più duro nei confronti di Franco Spinelli, allenatore del San Matteo Cerignola (altra squadra che milita nel campionato di Seconda Categoria), squalificato fino al 30 giugno 2009 con la seguente motivazione: "Al termine della gara entrava sul terreno di gioco dirigendosi velocemente verso il direttore di gara. Dopo aver proferito frasi gravemente ingiuriose e minacciose all’indirizzo dell’arbitro, cercava di aggredirlo non riuscendovi poichè bloccato dai propri calciatori. Durante il rientro negli spogliatoi continuava a proferire frasi gravemente ingiuriose e minacciose all’indirizzo dell’arbitro colpendolo altresi parzialmente con uno schiaffo sulla guancia e lanciando al suo indirizzo una borraccia d’acqua senza colpirlo".

Multa di 400 Euro all'Atletico Foggia (Prima Categoria): "A fine gara calciatori e dirigenti tenevano comportamento gravemente minaccioso ed irriguardoso nei confronti dell’arbitro; nel contempo colpivano la porta dello spogliatoio arbitrale con forza tanto da procurarne delle crepe. In tale contesto, stante la mancata assistenza da parte dei dirigenti locali, l’arbitro era costretto a chiamare la forza pubblica per allontanarsi dall’impianto."

In questo scenario di violenze fa sorridere la multa di 100 Euro comminata all'Apricena (Promozione) per mancato funzionamento delle docce nello spogliatoio della terna arbitrale.

Sandro Siena


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright