The news is by your side.

Palazzo Dogana, nessun certezza per ricandidatura Stallone

4

48 ore al vertice dei partiti del centrosinistra con il presidente della giunta provinciale Carmine Stallone per fare il punto della situazione su quanto fatto a Palazzo Dogana in questi anni, alla vigilia delle elezioni per il rinnovo del Consiglio Provinciale. Lo scorso vertice fu un incontro meramente interlocutorio, svolto nonostante l'assenza del socio di maggioranza della coalizione che governa l'Ente Provincia. Il neo coordinatore del Partito Democratico Paolo Campo, infatti, era a Roma insieme ai coordinatori provinciali di tutta Italia per un primo incontro con il leader del PD Valter Veltroni. Ma la posizione del partito nuovo sul presidente Stallone è nota. Non c'è una promozione piena del presidente uscente, al quale si rimprovera più di una incertezza nella guida dell'Ente. Di certo il PD, da partito leader della coalizione, deve sciogliere tutti i suoi dubbi nel più breve tempo possibile. Paolo Campo, in ogni modo, deve formare e guidare un partito nuovo, con tutte le difficoltà di ogni cosa nuova. Non riesce ancora a formare l'esecutivo del partito, perchè deve mediare tra i territori ed i partiti, tra le esigenze di esserci delle componenti dei maggiori centri e quella dei lettiani che non ci stanno ad essere fagocitati dai veltroniani. Nel frattempo Carmine Stallone incassa l'appoggio convinto del suo assessore al bilancio, il socialista Nicola Tavaglione, che ha dichiarato come ‘equilibrio, moderazione, senso delle istituzioni fanno di Carmine Stallone la scelta migliore per il centro sinistra in prossimità delle elezioni provinciali". Una dichiarazione a titolo personale. Lo SDI, infatti, non ha ancora preso posizione, e non lo farà certo prima dell'incontro di dopodomani.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright