The news is by your side.

Manette a Bologna per rapinatore supermercato di Vieste (2)

3

Il 16 novembre u.s., alle ore 19:45, due uomini perpetravano una rapina a mano armata ai danni del supermercato OLMO sito nella centralissima via XXIV maggio di Vieste.
I due, pistola in pugno, nonostante la presenza di numerosi clienti, facevano irruzione dentro il supermercato e sotto la minaccia dell'arma costringevano la cassiera ad allontanarsi e, con violenza asportavano il danaro contenuto nel cassetto del registratore di cassa per poi darsi alla fuga con un ciclomotore dileguandosi tra le tortuose vie del centro. Tra le persone presenti una giovane mamma con in braccio il suo bambino, spintonata durante la fuga e rimasta scioccata dallo spavento. Le indagini, scattate immediatamente da parte dei Carabinieri della locale Tenenza e del NOR della Compagnia di Vico del Gargano, già presenti in forze nella cittadina per un servizio "antirapina", permettevano sin dalle prime battute, grazie alle telecamere della videosorveglianza del locale, di individuare e trarre in arresto in flagranza di reato Germinelli Giuseppe, giovane ventenne incensurato del luogo. Nell'occasione veniva recuperata la refurtiva, il mezzo di fuga, un ciclomotore denunciato quale oggetto di furto, l'arma, rivelatasi una pistola a giocattolo, priva del tappo rosso, del tutto simile al modello originale, e l'abbigliamento usato per compiere il delitto. Il complice, anche lui immortalato dalle immagini del supermercato, riusciva invece a far perdere le proprie tracce. Le successive indagini, coordinate dal P.M. Ludovico Vaccaro, però permettevano agli investigatori dell'Arma, anche grazie alla collaborazione di alcuni residenti della cittadina garganica, ai particolari immortalati dalle telecamere e minuzioso sopralluogo volto alla ricerca di tracce e impronte, di identificare il secondo rapinatore in Della Malva Danilo Pietro, ventiduenne viestano, già noto alle forze dell'ordine. Sabato scorso, a Bologna, militari della Tenenza di Vieste, notificavano e davano esecuzione all'Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa dal GIP del Tribunale di Foggia, Rita Curci nei confronti dell'indagato che si trovava già ristretto presso la Casa Circondariale di quel centro poichè, in data 28 novembre 2007, veniva tratto in arresto in flagranza di reato per rapina a mano armata in danno di altro supermercato. I capi d'imputazione a carico dell'odierno arrestato sono: concorso in rapina aggravata dalla minaccia con arma, di più persone riunite e con il volto travisato e concorso nella ricettazione del ciclomotore di provenienza delittuosa. I due rapinatori rimangono tuttora ristretti presso le case circondariali di Foggia e Bologna a disposizione dell'A.G. mandante.-


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright