The news is by your side.

Sistema regionale del 118? A gennaio c’è la riorganizzazione

18

Si è riunito il Comitato Permanente Regionale per la medicina generale per discutere sulla riorganizzazione del siste­ma 118 nell'ambito del rinnovo della con­trattazione regionale di lavoro del perso­nale medico convenzionato. La Regione Puglia e le OO.SS. hanno condiviso le linee guida alla base del progetto di riordino del siste­ma di Emergenza Territoriale.L'intero sistema regionale del 118 sarà suddiviso in aree territoriali omogenee, in cui il ser­vizio sarà assicurato attraverso: postazio­ni non medicalizzate; postazioni medica­lizzate; postazioni mobili su auto medica (a supporto di più postazioni non medi­calizzate); punti di primo intervento ter­ritoriali (PPIT); centrale operativa. di ogni area territoriale omogenea saranno asse­gnati un numero di medici sufficienti a coprire i servizi su auto mediche; posta­zione di ambulanza medicalizzata; punti di primo intervento territoriali PPIT e Centrale Operativa (se esistenti nell'area); sottraendoli all'attuale assegnazione alle singole postazioni. L'organizzazione del servizio sarà affidato ai medici del 118 che da una parte individueranno un referen­te medico per ogni area territoriale omo­genea con il compito di coordinare il ser­vizio e dall'altra indicheranno i propri componenti nel Dipartimento emergenza urgenza regionale. "Abbiamo preso atto delle proposte e dei dati complessivi del servi­zio 118 – suddivisi per azienda sanitaria – forniti solo oggi dalla Regione Puglia ai fini della riorganizzazione del sistema 118", ha dichiarato il dott. Filippo Anelli, Segretario regionale della Fimmg Puglia.
"Pur condividendo le linee guida genera­li presentate dalla Regione Puglia finaliz­zate alla riorganizzazione del servizio del 118, non possiamo non esprimere il nostro rammarico per non essere riusciti a con­cludere l'accordo regionale per il 118 entro il 31/12/2oo7. Ai colleghi in attesa del contratto ribadiamo la nostra ferma volontà di portare a termine là contrattazione regionale in tempi brevi, assicurando il massimo impegno per raggiungere que­sto obiettivo entro gennaio 2008".


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright