The news is by your side.

«La Puglia brilla per tasse»

7

 «Italia Oggi» analizza le scelte tributarie e di bilancio per il 2008 dei 21 governi regionali. Ad imboccare la strada degli alleggerimenti fiscali per imprese e cittadini sono state nove regioni (inclusa la Calabria). Invece Puglia, Sicilia e Umbria hanno inasprito la tassazione. Ma soltanto la prima ha aumentato sia l'Irap sia l'Irpef. Agenzia delle Entrate della Basilicata: nel 2007 erogati 24 mln euro per i rimborsi sulle imposte dirette
Fisco light per nove regioni italiane, che per quest’anno hanno deciso di ritoccare al ribasso o le addizionali Irpef o l’aliquota Irap. Tuttavia, c'è stato anche chi ha inasprito la tassazione. In particolare, si tratta di Puglia, Sicilia e Umbria.
E' quanto si legge su «Italia Oggi» che pubblica un’analisi delle scelte tributarie e di bilancio per il 2008 dei 21 governi regionali. Ad imboccare la strada degli alleggerimenti fiscali per imprese e cittadini sono state Calabria, Lombardia, Marche, Piemonte, Sardegna, Valle d’Aosta, Veneto, oltre alle province autonome di Trento e di Bolzano. A queste si aggiunge la Liguria che, da un lato, ha ridotto la pressione Irpef e, dall’altro, ha aumentato dell’1% l’Irap per le imprese dell’energia e delle telecomunicazioni. Al contrario, Puglia, Sicilia e Umbria hanno inasprito la tassazione. La prima ha agito su tutti e due i fronti, la seconda ha alzato l’Irap dopo che negli anni scorsi aveva già portato l’addizionale Irpef al massimo, mentre l’Umbria ha ritoccato al rialzo l’addizionale Irap per le imprese che operano in alcuni settori (banche, tlc, trasporto e commercio di energia, attività immobiliari). C'è poi l'Agenzia delle Entrate della Basilicata che in una nota precisa di aver erogato, nel 2007, circa 24 milioni di euro ai contribuenti lucani per i rimborsi sulle imposte dirette. Rimborsi che hanno riguardato “in gran parte l'Irpef”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright