The news is by your side.

Vieste-AL VIA LA NUOVA AVVENTURA NEL GHIACCIO DEL VIESTANO SANTARSIERO

7

 

Cosa ci fa un viestano nella nazionale italiana di bob? E’ l’interrogativo che ci poniamo da qualche anno, da quando, cioè, Danilo Santarsiero [nella foto il primo da sinistra]ha iniziato a spingere ed occupare uno strano slittino carenato, con dentro 2 o 4 persone, che scende a oltre 100 chilometri orari lungo un circuito scavato nel ghiaccio. E lo fa saltando da un continente all’altro per partecipare al campionato mondiale indossando la divisa azzurra della nazionale italiana.
Aveva iniziato con il calcio, come tanti giovani viestani ma, una volta trasferitosi a Milano per frequentare la facoltà di Scienze Motorie, ha scoperto di essere più portato per l’atletica leggera, anzi, per la velocità. I suoi record personali (10»69 sui 100 metri e 21»71 sui 200) non sono passati inosservati a Jenny Isacco, allenatrice delle squadre maschili di bob, oltre che medaglia di bronzo a Torino 2006 nel «duo». E’ stata, infatti, lei a convincere Danilo ad abbandonare (o, forse, sarebbe meglio dire a trascurare) le piste in poliuretano per passare a quelle di ghiaccio.

 

Dopo un anno di soddisfazioni in coppa Europa c’è stato il passaggio nella prima squadra, quella che fornisce i due equipaggi in gara, quella che gira il Mondo! Svizzera, Germania, Austria, ovviamente Italia ma anche Canada e Stati Uniti per fare solo qualche esempio. Contestualmente, c’è stato anche l’ingresso nel gruppo sportivo della Polizia di Stato.
E per un infortunio a solo un mese dalla cerimonia di apertura, il nostro concittadino non ha partecipato addirittura alle Olimpiadi di Torino 2006.
A dir il vero, lui dall’infortunio era guarito in tempo, dopo un mese di duro lavoro trascorso tra palestre e centri di fisioterapia, ma non lo ha potuto dimostrare ai suoi allenatori perché la federazione non aveva i  fondi per poter partecipare ad una gara in Germania, quella deputata a fare da test per verificare le sue rientrate condizioni fisiche.
Da quel giorno, tante cose sono cambiate. A Danilo [nella foto il secondo destra] è stato assegnato il ruolo di frenatore, importante non solo perché ha il compito di fermare il mezzo dopo il traguardo ma soprattutto perché è l’ultimo a saltare nell’abitacolo, essendo quello che garantisce la miglior spinta nella fase iniziale. E nel bob, più che in altri sport, vale il detto «chi ben comincia è a metà dell’opera».
L’altra grande novità di questa stagione agonistica vede Danilo gareggiare anche nel «bob a 2», in coppia col suo inseparabile pilota Fabrizio Tosini.
Nonostante le prime prove, tenutesi oltreoceano, non abbiano dato i risultati auspicati e nonostante un leggero infortunio che infastidisce Tosini, c’è fiducia nello staff azzurro per i piazzamenti che potranno arrivare nelle prossime due gare che si disputeranno sulla pista ghiacciate di Cortina d’Ampezzo e su quella olimpica di Cesana.
Per tutti noi ci sarà l’occasione di tifare per Danilo guardandolo in diretta tv su Rai Sport Satellite (visibile in chiaro sul canale 227 del bouquet di Sky, disponibile anche per i non abbonati); questi gli appuntamenti del week-end cortinese: sabato mattina 12 gennaio la gara di «bob a 2» mentre quella di «bob a 4» si terrà domenica mattina 13 gennaio.
Sandro Siena


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright