The news is by your side.

Canosa e Grottaglie contro Vendola: “Non vogliamo i rifiuti campani”

4

Canosa e Grottaglie contro Vendola: non vogliamo i rifiuti campani. Protestano anche i foggiani per la realizzazione di una discarica a Savignano Irpino (nell’avellinese). Intanto il presidente del Consiglio, Romano Prodi dice: “Ogni Regione faccia il suo dovere. Siamo un Paese civile e dobbiamo dare esempi di solidarietà. Se c’è un punto di debolezza si deve condannare, ma c’è l’obbligo di alleviare le sofferenze di chi in questo momento sta subendo danni”.
CANOSA – Lo hanno urlato per le vie del centro di Canosa di Puglia i ragazzi delle scuole superiori della città che con striscioni e megafono hanno detto il loro no all'arrivo dei rifiuti dalla Campania. C’era anche il sindaco, Francesco Ventola (Fi): “Comunicazioni ufficiali al momento non ce ne sono e il proprietario della discarica non intende accogliere nel suo sito i rifiuti campani. Il nostro orientamento è di dire in maniera decisa no a questo ulteriore carico per la nostra città”. Una protesta pacifica all'indomani del Consiglio comunale indetto in via straordinaria e che ha dichiarato il dissenso della Città alla decisione del governo Vendola di inserire la discarica di contrada “Tufarelle” tra i siti in cui saranno smaltiti i rifiuti provenienti dal napoletano. La manifestazione era l'unica strada percorribile, assieme a una lettera che sarà recapitata al presidente Vendola, per gli amministratori locali che non hanno voce in capitolo in questo caso, sulla gestione dei rifiuti in quanto la ditta titolare dell'impianto, la “Bleu Srl” è privata.
GROTTAGLIE – Nel Tarantino resta la mobilitazione del presidio davanti alla discarica Ecolevante che difende anche il sito di Fragagnano. Il comitato ambientalista ha rimosso i blocchi, ma è pronto alla rivolta se l'arrivo dei rifiuti campani dovesse servire ad autorizzare l'ampliamento della discarica con il tanto temuto nuovo lotto.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright