The news is by your side.

Risolto il dilemma “Riccardo Spina”

10
Circoscritto il cantiere, ora il terreno di gioco è regolarmente utilizzabile. Ma non si vede ancora la luce per lo svolgimento delle partite.

Era la soluzione più ovvia e più indolore: recintare l'area ancora sede di lavori.

E' stata presa quest'oggi, nel corso di un summit che si è tenuto tra i rappresentanti del Comune di Vieste, le società calcistiche, i progettisti, i responsabili delle ditte che stanno svolgendo i lavori e i delegati del Coni. I lavori sono già iniziati e la dirigenza dell'Atletico Vieste si è fatta carico di curarli (anche economicamente).

La realizzazione di questa barriera di separazione tra il rettangolo in erba e la zona in cui si stanno costruendo gli spogliatoi consentirà, a tutte le società, il regolare svolgimento delle sedute degli allenamenti. E' in corso una riunione tra le varie società calcistiche per l'assegnazione delle fasce orarie in cui potersi allenare.

Ma per poter vedere una partita di campionato bisognerà attendere almeno un altro paio di mesi: le ditte appaltatrici prevedono, infatti, almeno altri 60 giorni di lavoro prima di poter consegnare i lavori. Tra le decisioni prese oggi, con i soldi ricavati dal ribasso d'asta sarà realizzata una zona ludico-sportiva in erba sintetica sul versante del lungomare Europa. Inoltre è stato deciso di far ricorso anche alle energie alternative (pannelli solari) per alimentare gli impianti di riscaldamento dell'acqua degli spogliatoi.

Sandro Siena 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright