The news is by your side.

Vieste, arriva la card turistica

11

Iniziativa dalla prossima Pasqua: presentazione alla Bit. Incentivi ai villeggiantiLa carta dei servizi, battezzata "Vieste card", sta per diventare realtà a Vieste, meta privilegiata del turismo nazio­nale ed internazionale. Se ne di­scuterà anche in consiglio comu­nale, convocato, come riportia­mo a parte, per giovedì prossimo 7 febbraio, per ricevere il crisma dell'ufficialità e consentire al competente assessorato al turi­smo di poter avviare tutte le pro­cedure per la reale attivazione, già dalla prossima stagione tu­ristica, che quest'anno, per ef­fetto della Pasqua anticipata (23 marzo), comincerà molto pri­ma. La "Vieste card", così come è stata concepita, rappresenterà una importante e conveniente opportunità per gli ospiti che sceglieranno di trascorre a Vie­ste le loro vacanze, perché si trat­ta proprio di una "carta delle vacanze" che, come dice lo slo­gan, consentirà di ottenere "un mare di servizi e di occasioni". Non si tratta certo di un ticket, come si potrebbe pensare, ma di un "lasciapassare" utile per po­ter usufruire di numerose oppor­tunità di risparmio per servizi messi a disposizione dal Comune o per ottenere tutta una serie di scontistiche presso strutture pubbliche o private. Per essere più chiari, va detto che con la "Vieste card", acquistabile pres­so le strutture turistiche conven­zionate che esporranno la rela­tiva vetrofania, il consorzio degli operatori turistici "Gargano Ma­re", le principali agenzie di viag­gio e biglietterie della città, l'uf­ficio turismo e cultura del Co­mune, si potrà viaggiare gratis sui mezzi di trasporto pubblico, accedere a musei, mostre, siti ar­cheologici, ottenere sconti su eventi musicali e culturali e sconti e privilegi sui principali parcheggi, bar, ristoranti, attra­zioni, strutture ricettive e negozi della città che esporranno la ve­trofania e che si convenzioneran­no con il Comune. Inoltre, la "Vieste card", offrirà l'opportu­nità di partecipare all'estrazione di 20 vacanze in hotel, residence e villaggi cittadini. La card sarà di due tipi, "sil­ver" e "gold". La prima avrà la validità di tre giorni e costerà 5 euro, la seconda sarà valida per sette giorni e costerà 10 euro. Sarà compito degli operatori turistici, in primo luogo, di ac­quistare le card da offrire, poi, ai propri clienti. Quest'aspetto dell'iniziativa è stato illustrato agli interessati nel corso di una assemblea pubblica, durante la quale sono stati esaminati i vari termini della promozione. Con un'apposita convenzione che do­vrà essere sottoscritta tra Comu­ne e operatore turistico, quest'ul­timo avrà la disponibilità di ot­tenere tante card quante sono le presenze denunciate nel corso della stagione precedente, ver­sando al Comune la somma cor­rispondente al numero di posti letto registrati nella struttura. Il costo della card all'operatore sa­rà di 5 euro se si tratta di cam­peggio e di 10 euro per tutti gli altri tipi di strutture. Per fare degli esempi, un albergo con 100 posti letto che denuncia 2 mila presenze, verserà al Comune mille euro ma otterrà duemila tessere che potrà rivendere op­pure regalare ai propri clienti come incentivazione. Per i cam­peggi, come detto, il prezzo di acquisto delle card si dimezza. Gli introiti comunali, derivanti dalla vendita delle card, saranno utilizzati, così come prevedere il regolamento per l'accoglienza e la promozione turistica recente­mente approvato dal Consiglio, per la realizzazione di eventi e per promuovere il territorio.
Gianni Sollitto


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright