The news is by your side.

Provinciali, Campo: “Lavorare per unità centrosinistra”

3

La tanto attesa fumata bianca non c’è stata. Le posizioni che solo qualche settimana fa sembravano quasi inconciliabili, però, ora sembrano più vicine, con l’intesa che potrebbe essere siglata già all’inizio della prossima settimana. Il vertice del centrosinistra dedicato alle prossime provinciali ha ufficializzato la proposta del Partito Democratico di esprimere il nome del candidato presidente. Di nomi, neppure l’ombra, anche se ormai è chiaro che il Pd punta sulla candidatura di Paolo Campo.Il tema sul quale confrontarsi, dunque, anche in virtù dell’election day – che accorperà alle politiche del 13 e 14 aprile anche le provinciali –, è adesso quello della definizione dei contorni dell’alleanza. L’Udeur domani dovrebbe ufficializzare la sua uscita dallo schieramento. A tutti gli altri, però, Campo nella sua relazione ha chiesto di lavorare per mantenere l’unità.
Una tesi condivisa e sostenuta anche dal deputato dello Sdi Lello Di Gioia, per il quale tuttavia la stessa idea di centrosinistra attuale è da mandare in soffitta. Parole che hanno confermato il sostegno socialista alla leadership democratica.
Un’ipotesi, quella del cambio di passo invocata dai democratici, che ha diviso  la sinistra arcobaleno. I Comunisti Italiani hanno confermato il sostegno a Carmine Stallone lanciando contemporaneamente la candidatura dell’assessore provinciale Marianna Anastasia. Rifondazione comunista, invece, ha sì ribadito che il candidato naturale resta Stallone – non foss’altro perché uscente –, ma anche che la priorità è comunque quella programmatica. Considerazioni che a molti sono apparse come una rimozione delle pregiudiziali nei confronti di Campo. La stessa Sinistra Democratica si è detta disponibile a vagliare attentamente la candidatura proposta dal Pd.
Al centro, invece, nuovi scenari potrebbero essere aperti dai Cristiano Uniti di Gianni Mongiello, che secondo indiscrezioni sarebbero pronti ad ospitare nelle proprie fila quanti non seguirebbero la traversata dell’Udeur verso i lidi del centrodestra, primo tra tutti l’ex allentino Gaetano De Perna. Dunque con la possibilità di una crescita del gruppo consiliare a palazzo di Città.
Sul programma, infine, per Campo bisogna partire dall’eredità di Carmine Stallone, che il segretario del Pd ha ringraziato per il lavoro svolto in una fase difficile; che oggi, però, è completamente cambiata.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright