The news is by your side.

Elezioni provinciali, ancora caos sulla data

6

Centrodestra e centrosinistra hanno bloccato la discussione sulle candidature a Palazzo Dogana. Enrico Santaniello e Paolo Campo sono fermi ai nastri di partenza, in attesa della riunione del Consiglio dei Ministri che giovedì prossimo deciderà se le elezioni per il rinnovo del consiglio provinciale si terranno in primavera, o se slitteranno al prossimo anno.Tante le incognite. Fonti del Ministero dell'Interno hanno dato per certo lo slittamento delle elezioni provinciali di Foggia al 2009, per consentire l'avvio contemporaneo dei consigli provinciali di Foggia, Bari e sesta provincia. Un atto doveroso, per evitare confusioni e sovrapposizioni. Ma altre fonti dello stesso Ministero, ugualmente attendibili, affermano invece che le provinciali di Foggia si svolgeranno regolarmente, nonostante il pasticcio dei tre comuni dauni che voteranno due volte, quest'anno e il prossimo. Ma c'è un'altra incognita che potrebbe spingere per lo svolgimento delle elezioni provinciali nella prossima primavera. L'incognita si chiama Enzo Divella, l'industriale della pasta alla guida della provincia di Bari, che mostra segni di insofferenza nei confronti del centrosinistra pugliese, e che potrebbe dimettersi, dando quindi il via libera alle elezioni anticipate alla provincia di Bari. 'Divella – ha spiegato parlando in terza persona – resta nel centrosinistra se il centrosinistra dimostra di volere ancora Divella". Il presidente della provincia di Bari ha chiesto alla Regione le deleghe nei settori agricoltura, turismo e formazione professionale. "Se non me le danno farò una riflessione profonda e valuterò cosa fare nel futuro politico'. La sua sembra però una polemica pretestuosa. Oggi la giunta regionale ha all'ordine del giorno proprio l'attribuzione di deleghe agli enti locali. Pronti ad essere decentrati il Genio civile le Aziende di promozione turistica e gli Uffici agricoli di zona .


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright