The news is by your side.

Clan vendeva olio e liquori contraffatti

6

Circa 22 persone sono state arrestate tra Foggia e la Campania dalla Guardia di Finanza dauna nell’ambito di un’inchiesta per sofisticazioni alimentari di alcool ed olii. Sequestrati beni per 4 miliardi. 
Carabinieri del reparto operativo del comando provinciale di Foggia stanno eseguendo decreti di sequestro preventivo, emessi dal gip presso il tribunale di Bari, nei confronti di una ventina di persone ritenute affiliate all’associazione di tipo mafioso denominato «Clan Gaeta» di Orta Nova (Fg), disarticolato nel settembre 2007 a seguito di un’operazione che condusse all’arresto di 52 persone ritenute responsabili a vario titolo di associazione di tipo mafioso, traffico di sostanze stupefacenti, estorsioni, rapine, furti, contrabbando di sigarette, riciclaggio e truffe ai danni dell’Inps nel settore agricolo e traffico illecito di rifiuti.
I carabinieri stanno procedendo al sequestro, tra l’altro, di società, terreni e abitazioni per un valore complessivo di circa quattro milioni di euro. Il gruppo era una vera e propria associazione a delinquere che si sarebbe occupata di mettere in vendita prodotti adulterati o con false etichettature quindi del tutto prive dei controlli di legge: specialmente liquori ed olio d’oliva. Le accuse riguardano reati che vanno dal contrabbando di alcool e olio d’oliva al furto, alla ricettazione. Sequestrati beni mobili e immobili per 4 milioni di euro, compreso uno stabilimento per la produzione di liquori nel Napoletano. Sequestrate inoltre 24 tonnellate di materiali probabilmente adulterati, mentre si sta calcolando l’ammontare dell’evasione di imposte.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright