The news is by your side.

Risparmio energetico nelle aree naturali protette

10

Dal Ministero dell'Ambiente 2 mln di euro per gli enti gestori dei parchiIl Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e
del Mare ha emanato il "Bando Fonti Rinnovabili, Risparmio Energetico e
Mobilità Sostenibile nelle Aree naturali Protette", per il quale sono
stati stanziati 1.932.167,33 euro, di cui 1.352.517,131 euro destinati
ad interventi relativi alle fonti rinnovabili e al risparmio energetico
e 579.650,199 destinati ad interventi di mobilità sostenibile.

Il bando segue di pochi giorni quello destinato alle isole minori.

Potranno presentare domanda di cofinanziamento gli Enti Gestori dei
Parchi nazionali, dei Parchi regionali e delle aree marine protette,
così come classificate dalla Legge 394/91 ed inserite nel 5°
Aggiornamento Elenco Ufficiale delle Aree Naturali Protette.

I progetti verranno cofinanziati dal Ministero dell'Ambiente e della
Tutela del Territorio e del Mare fino ad una quota massima del 50% sul
costo di investimento ammissibile.

Gli interventi incentivati sono i seguenti:
a) impianti solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria,
riscaldamento dell'acqua delle piscine, riscaldamento e raffrescamento
degli ambienti;
b) impianti fotovoltaici;
c) impianti eolici fino a 20 Kwp;
d) impianti a biomasse per usi termici;
e) informazione di formazione, comunicazione ed educazione ambientale;
f) interventi di bioedilizia sulle strutture dell'Ente gestore, che
comportino un risparmio energetico negli edifici.

Gli interventi relativi alla mobilità sostenibile, possono essere:
a) introduzione di veicoli a minimo impatto ambientale e di colonnine di
ricarica per mezzi elettrici, anche alimentate da fonti rinnovabili;
b) progettazione e realizzazione di servizi flessibili di trasporto
collettivo;
c) progettazione e realizzazione di servizi di noleggio bici.

Il Bando contiene le modalità ed i relativi termini per la presentazione
delle istanze (ivi compresa la tempistica), i criteri per la selezione
dei progetti ammissibili al finanziamento, i limiti di cofinanziamento,
la documentazione da produrre, le indicazioni utili per la concessione
dei contributi, nonché le risorse disponibili.

Si precisa che le istanze potranno essere presentate tramite plico
raccomandato A.R. a partire dal quarantesimo giorno della pubblicazione
del comunicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (G.U.
n. 68 del 20 marzo 2008) ed entro 180 giorni dalla medesima data.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright