The news is by your side.

Vieste, Rosiello a Di Candia: “dal tuo aeroporto non si volerà mai!”

6

Riscontro con molto piacere che, approfittando della campagna elettorale (cosa non si farebbe o direbbe in questo periodo !!!), il consigliere comunale Di Candia, candidato alla Provincia per il PD, ha espresso un giudizio positivo sulla questione “aeroporto” ammettendo che è un’opera indispensabile specialmente per la nostra città oltre che per il Gargano intero e che forse è arrivato il momento di affrontare la questione del rilancio della nostra economia, in maniera seria.Secondo lui, infatti, bisognerebbe prima costituire una società (su quale base alcuni soggetti privati e pubblici dovrebbero recarsi da un notaio, spendere una bella cifra per costituire una società che realizzi un aeroporto senza avere la certezza che esista un terreno idoneo e tipizzato per quello scopo ?) che dovrebbe investire una somma ingente per predisporre un progetto esecutivo (sempre senza la disponibilità di un’area d’intervento) con un chiaro e serio progetto di marketing (anche questo costa bei soldini !).
Secondo il consigliere Di Candia, queste sono proposte concrete e serie che si contrappongono al dilettantismo dell’ amministrazione e di chi vi scrive.
Seguire la strada indicata dal consigliere Di Candia, equivale a non voler realizzare l’aeroporto. Sarebbe come mettere il carro davanti ai buoi…semplicemente non si cammina !
Non si possono trovare i soggetti, i soldi, i comuni disposti all’investimento e poi preoccuparsi del “dove” fare l’investimento.
Secondo noi, che certamente non vogliamo fare a meno di un percorso serio che veda coinvolti altri comuni del Gargano, imprenditori della nostra città e non solo, la cosa principale da fare è proprio individuare un’area idonea che possa ospitare una pista di una lunghezza tale da poter essere utilizzata per voli turistici (con aerei capaci di superare i 100 posti ) e tipizzarla per lo scopo specifico salvaguardandola da altri tipi di intervento che potrebbero compromettere per sempre la possibilità di dotarci di uno strumento indispensabile per continuare a fare turismo quale appunto l’aeroporto.
Fatto questo, avendo anche maggiore credibilità, potremo aprire la fase più operativa che ci dovrà vedere impegnati nell’individuazione dei soggetti pubblici e privati, che siano fortemente motivati a realizzare l’aeroscalo, che siano disponibili ad investire somme importanti intercettando magari anche dei finanziamenti europei, il tutto con la certezza che esiste un luogo dove poter fare questo intervento.
La vera serietà è quella di chi sa bene quali passi compiere per ottenere un risultato certo senza rischiare troppo e senza far rischiare niente ai cittadini.
Non vogliamo infatti che ci siano esborsi finanziari da parte del Comune se prima non si pongono le basi certe per realizzare un’opera certamente costosa ma della quale oggi non possiamo davvero fare a meno. In altre realtà hanno realizzato prima l’aeroporto e poi sviluppato la ricettività.
Noi abbiamo fatto l’opposto ma credo ci sia ancora tempo e modo per rimediare.
Mettiamo da parte la politica della contrapposizione a tutti i costi, fermiamo questa cultura del sospetto e dell’odio e iniziamo una fase costruttiva nella quale porci obiettivi comuni per il bene della nostra città, per consegnare alle nuove generazioni un futuro migliore diverso da quello mediocre ed incerto che stiamo prospettando loro.
Affrontiamo le cose da fare con serietà e lasciamo le chiacchiere a chi non sa proprio cosa fare durante il giorno.
Cordiali saluti
Nicola Rosiello


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright