The news is by your side.

Barletta: Kàlena e Lesina argomento di “Puglia in-Difesa”

7

Domani inizia la seconda edizione di “Puglia In-Difesa” a cura del Centro di Studi Normanno-Svevi dell’Università degli Studi di Bari, in collaborazione con il Comune di Barletta e il patrocinio della Regione Puglia e della Provincia di Bari.La prima giornata che si svolgerà al la Sala Rossa del Castello di Barletta alle ore 9.30, sarà presieduta dallo storico fiorentino Franco Cardini e membro dell’Istituto Italiano di Scienze Umane (SUM) e dell’Istituto Storico Italiano per il Medioevo (ISIME) e ospiterà i saluti delle autorità: Nicola Maffei (Sindaco di Barletta), Raffaele Licinio (Direttore Centro di Studi Normanno-Svevi di Bari), Angela Barbanente (Assessore all’Assetto del Territorio della Regione Puglia), Giuseppe Rana (Sindaco di Modugno) e Rino Vendola (Sindaco di Gravina in Puglia). Nella prima parte della mattinata saranno esposti gli aggiornamenti sui tre casi discussi nella prima edizione: Andrea Salvemini (Università di Potenza) sul fiume Ofanto, Franco Cardini sul mosaico di Otranto, dove sarà mostrato un reportage fotografico sullo stato del pavimento e sulla cripta e Teresa Maria Rauzino (Centro Studi Martella di Peschici) sull’abbazia di Kàlena. Terminati questi brevi aggiornamenti inizieranno gli interventi: Michele D’Elia (già Direttore dell'Istituto Centrale per il Restauro) con un intervento dal tema “Dal concetto di opera d'arte a quello di patrimonio storico ambientale: la testimonianza di un addetto ai lavori”, Paul Arthur – Marisa Tinelli (Università del Salento – Lecce) con “Da Cerceto a Torcito: storia e archeologia di un casale in Terra d'Otranto”. Seguirà un dibattito.  I lavori riprenderanno nel pomeriggio alle ore 16.00 con Alessandro Presicce (Comitato “Giù le mani dalla Palascia”) interverrà su la “Difesa del territorio versus servitù militari: Punta Palascia”, Raffaele Macina (Direttore di “Nuovi Orientamenti”) con “L’insediamento fortificto di Balsignano (Modugno)”, Maurizio Triggiani (Università di Bari) con “Lucignano: fonti antiche per un sito abbandonato”, Luigi N. Dibenedetto (Storico dell’Arte – Barletta) con “La chiesa di Sant’Andrea a Barletta tra storia e restauro”, Giuliano Volpe (Università di Foggia) con “La villa tardoantica di Faragola (Ascoli Satriano), dallo scavo alla fruizione”, Maria C. Nardella (Direttrice Archivio di Stato di Foggia) con “L’Archivio di Stato di Foggia e gli Archivi pugliesi” e Mingo (Striscia la Notizia – Il Graffio) “Mezzi di comunicazione e salvaguardia del territorio: il caso di Lesina”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright