The news is by your side.

Statua gigante di Padre Pio: si continua a lavorare a Rignano in gran silenzio

14

L'esposizione della salma di San Pio fa ripensare al mega-progetto – ideato con grande partecipazione di fede e di preghiera.
Il Comitato per la costruzione della Statua Gigante di Padre Pio continua a lavorare per la realizzazione dell'opera più grande del mondo dedicata al Santo del Gargano. Sarà alta 60 metri e, come noto, sarà realizzata nel più piccolo comune della Montagna del Sole, Rignano Garganico. L'opera ha avuto l'ok nei giorni scorsi del vescovo di San Severo Mons. Angelo Lucio Renna, che ha incontrato una delegazione del Comitato e del Comune presso gli uffici diocesani. Mons. Renna si è detto entusiasta dell'idea che è e rimarrà un immenso omaggio di fede all'uomo e al Santo di Pietrelcina. Nei giorni scorsi, come già comunicato in precedenza, presso la Curia di San Severo si sono incontrati Mons. Renna, il sindaco di Rignano Antonio Gisolfi, l'ex-sindaco Michele Ciavarella e il presidente del Comitato Statua Gigante di San Pio il francescano Padre Antonio Resta. Gisolfi, Ciavarella e Resta hanno annunciato la creazione di un Comitato d'Onore per la costruzione della statua gigante, formato da personalità importanti del mondo della della fede, della politica, delle professioni, dell'informazione e dell'arte a livello nazionale ed internazionale. A tal proposito la Pubblica Amministrazione rignanese e il Comitato hanno avviato una sorta di "tour di sensibilizzazione" per presentare l'opera alle istituzioni civili e religiose. Il "tour" interesserà anche le organizzazioni di emigrati in Italia e all'estero (Australia, Canada, Usa, Argentina, Inghilterra, Germania, Francia, Brasile, Belgio, Spagna, ecc.). Il primo appuntamento in agenda? Quello di sabato scorso con Mons. Renna, responsabile della diocesi di San Severo, della quale Rignano fa parte. "La statua di Padre Pio deve essere vista come una sentinella cristiana per tutti i popoli della Capitanata, della Puglia, dell'Italia e del mondo – ha spiegato il vescovo sanseverese – la posizione in cui potrebbe essere realizzata è strategica ed unica. L'artista che l'ha ideata, Giuseppe Cionfoli, inoltre, è stato un mio allievo e so di quale bravura è dotato".


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright