The news is by your side.

Su ONDARADIO il forum sul turismo

7
Sono presenti il commissario dell’APT di Foggia Nicola Vascello, i rappresentanti dei comuni garganici, tour operator e imprenditori turistici. Diretta radiofonica e in streaming e aggiornamenti in tempo reale

Nella sala consiliare del comune di Vieste si sta svolgendo un importante incontro per affrontare le problematiche legate al turismo sul Gargano.


ore 13.00 – Si conclude il forum del turismo 

ore 12.50 – Nicola Vascello: "più volte ci siamo incontrati ma, dopo la prima riunion, in molti si defilavano. Auguriamoci che non avvenga così anche in questa occasione. Più concretezza e meno forum, piani strategici o dibattiti."

ore 12.30 – Giovanni Rosiello (operatore turistico di Vieste): "Le istituzioni ci hanno talmente ignorato tanto da ribaltare le logiche turistiche. E’ assurdo che ora San Giovanni Rotondo possa portare turisti alla costa. Amendola non è congeniale alle nostre esigenze. Seppur piccolo, l’aeroporto di Vieste è indispensabile"

ore 12.25 – Raffaele Guglielmi (tour operator): "Il Gargano non ha un vero target di riferimento, è il caso di individuarlo con precisione: giovani, famiglie? E’ necessaria la promozione sui media, possibilmente quelli del settore e quelli del target. Suggerimenti: gratuità fino a 18 anni sul terzo e quarto letto. Un giorno gratuito per vacanze di 7 pernottamenti. Propongo un altro incontro per poter progettare quanto offrire agli operatori esteri, i cui contratti si stipuleranno a giugno per la stagione 2009"

ore 12.15 – Nicola Rosiello (assessore al turismo al Comune di Vieste): "Questo incontro è nato per parlare del dopo-incendi ma si sta parlando dei soliti argomenti: il marchio Gargano. Tempo fa cercammo di creare i distretti turistici ma pare che dalla Regione vogliano suddividere la Puglia in distretti troppo ampi. Ci interessa aggredire una fascia di mercato: i viaggiatori aerei. La pista del Gino Lisa è corta, Amendola è inutilizzabile, per questo vogliamo creare un aeroscalo a Vieste, di facile collegamento con Peschici, Vico, Rodi, San Giovanni Rotondo"

ore 12.10 – Vincenzo De Nittis (delegato al turismo del comune di Peschici): "Le strutture colpite dagli incendi hanno riaperto ma non stanno ricevendo le prenotazioni auspicate. Dobbiamo iniziare, già da adesso a progettare per l’anno prossimo"

ore 12.05 – Gino Di Rodi (operatore turistico di Vieste): "Non ci è mai stato consentito di ufficiliazzare il sistema turistico garganico. Ci da fasticdio che si parli sempre di Salento nonostante noi abbiamo cinque volte il numero di posti letto"

ore 11.50 – Stefano Martucci (operatore turistico di Vieste): "Il marchio Gargano è stato demolito negli ultimi 15 anni. Siamo vittimi di un sistema politico che privilegia Salento e Bari. Il Gargano può vivere di più turismi: non solo mare ma anche religione, natura, gastronomia; possiamo portare turisti anche in inverno. C’è necessità di coordinare il tutto, tra Provincia e Gargano ma anche tra garganici. Ieri ho rimborsato con 360 euro un turista del viaggio in taxi da Bari. Noi operatori stiamo già lavorando sulle stagioni turistiche 2009 e 2010, i politici sono in ritardo."

ore 11.50 – Matteo Damato (operatore turistico di Peschici): 50% dei turisti e 50% dei dipendenti in meno rispetto allo scorso anno.

ore 11.50 – Arturo Faviano (assessore al Turismo Rodi Garganico): "fare attenzione affinchè i media nazionali non associno più il Gargano agli incendi"

ore 11.45 – Nicola Vascello: "il 7 marzo un decreto ministeriale ha definito Amendola come aeroporto esclusivamente militare. Noi dobbiamo iniziare la battaglia per modificare il decreto che può essere modificato, sentiti i vertici militari e politici"

ore 11.40 – Michele di Fine (consigliere comunale di Ischitella): "non siamo stati toccati dal fuoco ma la nostra catastrofe è legata al dissesto economico comunale. Bisogna superare tutte le difficoltà per arrivare a fare sistema. La difficoltà dei collegamenti alza i costi al turista. Non credo che sia impossibile l’aeroporto di Amendola per l’arrivo dei charter. Succede altrove, perchè non deve succedere qui? Da noi, non ci sono turisti a giugno e luglio. Abbiamo bisogno di sostegni: al governo bisogna chiedere fortemente il completamento della superstrada."

ore 11.40 – Raffaele Latino (assessore al turismo di Mattinata): "il Gargano ha la stessa vocazione, non possiamo fare a meno dell’interno. Chi viene in vacanza non vuole solo il mare ma anche le tradizioni e la gastronomia. Dobbiamo rivederci a settembre per continuare sulla realizzazione del brand Gargano"

ore 11.35 – Antonio Puzzolante (funzionario del comune di San Giovanni Rotondo): "questo incontro è quello che è mancato fino ad ora. Si è sempre parlato di sistema ma mancavano sempre delle componenti, soprattutto gli operatori. Vieste come San Giovanni, seppur importanti, non hanno le risorse adeguate per promuovere la propria città. Il nostro trand è positivo. Aurea si sposterà a Foggia perchè a San Giovanni non ci sono gli spazi."

ore 11.30 – Nicola Vascello: manca una figura che possa coordinare le risorse del turismo, che possa gestire i fondi strutturali. E’ necessario creare un coordinamento  al di sopra delle istituzioni: Camera di Commercio, Gal, Provincia…

ore 11.20 – Mimmo Vecera (sindaco di Peschici): "Le iniziative dell’APTper salvare la scorsa stagione sono state importanti ma per questa stagione non è stato fatto molto. E’ necessaria la promozione nelle tv. Il Giro è servito per dare una parvenza di normalità, ma non è così. Le casse pubbliche sono scarse, le singole istituzioni non possono risolvere la situazione in modo individuale. E’ necessario creare l’immagine del Gargano cone un tutt’uno. Sarebbe opportuno dividere il territorio della provincia di Foggia in vaste aree: le aspettative dei paesi che si affacciano sul mare sono diverse da quelle del tavoliere o del subappennino. E’ il Gargano costiero, insieme a San Giovanni, a fare da traino"

ore 11.20 – Luigi Damiani (sindaco di Vico del Gargano): "Sono d’accordo con Manzionna sulle responsabilità delle istituzioni. C’è bisogno di coordinamento altrimenti il sistema non lo metteremo mai in pratica. A Vico stiamo cercando di costruire un prodotto: territorio, storia, eventi. In questi giorni abbiamo saputo gli esiti dei finanziamenti rilasciati dalla Regione. Come posso organizzare un evento (venderlo, pubblicizzarlo) se a fine maggio mi dicono che posso farlo? Approvare con un anno di anticipo i progetti." 

ore 11.15 – Nicola Vascello: "Non è produttivo parlare sempre come il territorio in cui non va bene niente. Facciamo il gioco dei competitors. A noi risulta che le presenze della scorsa estate siano le stesse dell’anno precedente. Forse il problema è legato alle troppe strutture presenti, sulle quali si spalmano i numeri"

ore 11.10 – Ersilia Nobile (sindaco di Vieste): "questo incontro forse andava fatto a settembre/ottobre per meglio programmare la stagione turistica. Problema infrastrutture: con i sindaci dei paesi limitrofoci abbiamo partecipato a riunioni sul piano strategico di Capitanata dove si è parlato della superstrada del Gargano e dell’aeroporto a Vieste. Il Sistema deve servire per far risaltare l’importanza del Gargano."

ore 11.05 – Raffaele Guglielmi (tour operator): "stiamo parlando di un falso problema. Ho contattato vari tour operator e tutti hanno parlato di un crollo di prenotazioni sul prodotto Italia e non solo sul Gargano. Concorrenza spietata nel bacino del mediterraneo. La potenziale utenza non ha ancora prenotato quindi diventa importante fare una adeguata e tempestiva campagna pubblicitaria. I last minute hanno spostato i tempi delle prenotazioni; i clienti li aspettano per avere lo sconto. Proposte: l’"advance booking"" cioè sconti a chi prenota prima; rimborso del pedaggio autostradale.

ore 11.00 – Vittoria Vescera (presidente Consorzio Gargano Mare): "stiamo pagando la mancanza di una giusta promozione del territorio. E’ necessario fare sistema tra l’ente pubblico e i privati; noi operatori chiediamo maggiore collaborazione. E’ necessario creare i prodotti turistici tematici delle varie sfaccettature della Puglia"

ore 10.55 – Gigi Manzionna (presidente Cotup): cita un articolo del Sole 24 ore: "La Turchia attira più del Gargano. La situazione delle prenotazioni per la prossima estate è preoccupante. Attualmente le presenze sono notevolmente inferiori a quelle dello scorso anno. Le strade sono state solo rattoppate! Mancano le infrastrutture, ecco perchè non siamo competitivi. E’ necessario creare il brand Gargano come hanno fatto nel Salento e abbandonando il campanilismo. Appello alla Provincia: neanche il miracolo di San Giovanni Rotondo ha aiutato il turismo"

ore 10.50: Vascello: "ci sarà a Vieste una serata dedicata a Matteo Salvatore con Eugenio Bennato e instaureremo un premio dedicato a Carlo Nobile"

ore 10.45 – Vascello: "ho contattato l’assessore regionale Ostillio per fare una campagna promozionale sulle principali testate nazionali"

ore 10.30 – Nicola Vascello illustra quanto è stato fatto all’indomani degli incendi del 24 luglio 2007

 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright