The news is by your side.

Provincia, tempi ristretti per la formazione dell’esecutivo di Palazzo Dogana

7

Ai partiti solo 7 assessorati su 10, il resto assessori di fiducia del presidente

Il neopresidente Pepe ha fissato la data di convocazione del Consiglio provinciale, il primo dell’era del centrode­stra: il 29 maggio. Questo si­gnifica che per quella scadenza il presidente Pepe conta anche di completare la squadra di governo che lo affiancherà. Pepe ha le idee abbastanza chiare su quello che si deve fare a Palazzo Dogana, ma non le «scambia» ancora con tutte le forze politiche del centro­destra anche se ha avviato una serie di incontri bilaterali. La proposta operativa che sarà fatta al «cartello eletto­rale» che ha portato Pepe al successo è la seguente: dei die­ci assessorati tre sono di stret­ta «fiducia» del presidente, per gli altri sette si avvia la di­scussione con i partiti che sa­ranno chiamati a fare i nomi. Non tutti i partiti, però. Da quello che si è capito, nella giunta entreranno solo i rap­presentanti del Pdl, tre per For­za Italia e due per Alleanza nazionale, e dell’Udc (due as­sessori). Resteranno fuori dal governo provinciale la Destra di Agostinacchio, la Rosa Bian­ca di De Leonardis e tutte le liste civiche che hanno una rappresentanza consiliare (Ca­pitanata prima di tutto, Lista Pepe presidente e Alleanza per la Capitanata). Quanto alla presidenza del Consiglio pro­vinciale, altro scoglio non di secondo piano, appare scontato il riconoscimento all’Udc e ad Enrico Santaniello (Marinacci farà il capogruppo). Altro nodo da sciogliere la vicepresidenza che, tuttavia, potrebbe essere affidata ad un fedelissimo di Pepe fuori dai partiti. Il neo­presidente avrebbe infatti de­ciso di tenere la vicepresiden­za, con il bilancio, i lavori pub­blici e la cultura. Nella prima seduta della nuova consiliatura che si terrà il 29 maggio alle ore 10.30, a Palazzo Dogana, verrà discus­so il seguente ordine del gior­no: Esame della condizione di eleggibilità dei consiglieri elet­ti (convalida); Elezione del Pre­sidente del Consiglio; Elezione dei due Vice-Presidenti del Consiglio:uno per la maggio­ranza ed uno per la minoranza; Giuramento del Presidente della Provincia; Comunicazio­ne della composizione della Giunta Provinciale; Costituzione dei Gruppi consiliari e designazione dei relativi Pre­sidenti; Presentazione delle li­nee programmatiche relative alle azioni e ai progetti da rea­lizzare nel corso del mandato; Bilancio di previsione per 1’e­sercizio finanziario 2008. Bi­lancio pluriennale 2008/2010. Relazione previsionale e pro­grammatica 2008/2010. Esame ed approvazione.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright