The news is by your side.

«Non partorisco se non ci sono i carabinieri vicino a me»

9

È accaduto a Foggia ieri sera dove una pattuglia del radio mobile della compagnia dei carabinieri del capoluogo è stata chiamata dagli Ospedali Riuniti perchè una donna di 41 anni che doveva partorire, prima di entrare in sala parto ha preteso la presenza dei militari dell’arma.
Carabinieri … ostetrici. È accaduto a Foggia ieri sera dove una pattuglia del radio mobile della compagnia dei carabinieri del capoluogo è stata chiamata dagli Ospedali Riuniti perchè una donna di 41 anni che doveva partorire, prima di entrare in sala parto ha preteso la presenza dei militari dell’arma.

Intorno alle 11 di ieri sera al centralino del 112 è arrivata una telefonata da un chirurgo degli Ospedali Riuniti di Foggia che spiegava che una donna che doveva partorire urgentemente aveva chiesto la presenza nella sala chirurgica i carabinieri. «Ho paura, voglio essere tranquillizzata e per questo non entro nella sala parto se non mi accompagnano i carabinieri»: solo le parole che la donna avrebbe detto ai chirurghi.
A nulla sono valse le rassicurazioni dei medici che avevano chiesto ottenuto la presenza in sala parto di una guardia giurata. «No – ha risposto la donna – voglio i carabinieri».
E così i militari hanno raggiunto il nosocomio. Dopo pochi minuti la donna ha partorito una bella bambina e quando ha girato la testa verso la finestra ha visto due uomini in divisa che la salutavano.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright