The news is by your side.

Un pastore tedesco di nome Fluck è stato citato in giudizio per aver violentato una cagnetta

11

La notizia, che ha avuto ampio spazio sulle pagine del settimanale free press Il Corriere del Sud, distribuito in tutta la provincia di Foggia, è stata correlata di dettagli "raccapriccianti" sul come sia stato consumato il rapporto canino.
Abusò di lei mentre era legata – Stando a quanto riportato sull’atto di citazione, la cagnetta Kisha sarebbe stata aggredita mentre era legata e quindi impossibilitata a scappare. La poveretta, secondo la testimonianza della sua padrona, "sarebbe stata presa in maniera violenta", senza alcun tipo di corteggiamento.
Sogni di famiglia andati in pezzi – Secondo i legali dei proprietari della cagnetta si è trattato di uno stupro in piena regola. Alla piccola Kisha, di cui non è dato sapere la razza, probabilmente per tutelarne la privacy e l’onore di buona cagnetta, è stata praticata prima una iniezione che avrebbe dovuto farla abortire e, non avendo questa avuto l’effetto desiderato, un intervento chirurgico.
Anche il padrone del pastore tedesco accusato di stupro – Per l’accaduto è stato citato, in solido, anche il padrone del pastore tedesco. L’uomo dovrà rispondere della violenza, insieme al cane, davanti al giudice di pace nell’udienza fissata a settembre.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright